Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Biomedico arrow Studi e articoli scientifici arrow Autismo: scoperta una differenza nell'intestino
Stampa E-mail

Autismo: scoperta una differenza nell'intestino




La dr. Biron dimostra per la prima volta una differenza nei batteri intestinali tra bambini autistici e normotipici

 

Un nuovo studio condotto dalla Dr. Christine Biron, professore di microbiologia e immunologia molecolare, dimostra che molti bambini autistici hanno determinati batteri  nel loro tratto digestivo che i bambini non autistici non hanno.
 
Secondo quanto riportato dalla rivista MBio, lo scorso 10 gennaio, i bambini autistici ospitano nel proprio intestino un particolare tipo di batteri che gli altri bambini non hanno.
 
La scoperta, resa possibile grazie a uno studio condotto da Brent Williams e alcuni colleghi della Mailman School of Public Health della Columbia University (Usa), ha rivelato come gli individui autistici non solo abbiano particolari sintomi gastrointestinali, ma anche infiammazioni e varie anomalie nel tratto intestinale superiore e inferiore.

Gli scienziati si interrogano sul fatto che questi batteri possano essere causa o espressione del disordine autistico dei bambini:
 
ĞIl rapporto tra microrganismi diversi, l’ospite e gli esiti per la malattia e lo sviluppo è un problema interessante che dobbiamo ancora comprendere in pieno – spiega Christine A. Biron, Professore di Scienze Mediche presso la Brown University – Questo documento è importante perché inizia ad avanzare l’ipotesi di come i microbi residenti interagiscono con un disordine ancora poco conosciutoğ.
 
Tali microrganismi sembrano appartenere al genere denominato Sutterella che nei soggetti con autismo, e in particolare nei tessuti del fegato, è presente in quantità molto elevata. Purtroppo però, se è pur vero che questo gruppo di Sutterella non si trova nelle persone sane, è anche vero che non si trova in tutti i bambini autistici, ma soltanto in quelli che hanno anche disturbi gastrointestinali. E' noto infatti che, in alcuni bambini affetti da autismo, i problemi digestivi possono divenire anche molto gravi e possono contribuire ad aumentare i problemi comportamentali.

Il  collegamento, fatto da questo studio,  con batteri anomali presenti nei soggetti con autismo potrebbe riscire a chiarire diversi aspetti di questo disordine, sebbene siano necessari ulteriori studi che comprendano l’origine di questi microorganismi anomali. Secondo Benach, il prossimo passo è quello di capire il ruolo che giocano i batteri appartenenti al genere Sutterella.


FONTE: http://scitechdaily.com/autistic-children-have-different-gastrointestinal-bacteria/

STUDIO INTEGRALE: http://mbio.asm.org/content/3/1/e00261-11.full
 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle