Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Articoli Vari arrow Guida alla sopravvivenza al Natale, di Tapi
Stampa E-mail
GUIDA DI TAPI ALLA SOPRAVVIVENZA AL NATALE

Qualche consiglio per sopravvivere al Natale:


Piccoli, utili, fondamentali consigli di un genitore nostro lister farciti da delizioso humor inglese perché diventi possibile trascorrere il più serenamente possibile il più tradizionale dei Natali in famiglia insieme ai nostri bambini, ma anche perché venga esorcizzata la paura, sempre in agguato, di vedere pregiudicato, magari per banali, impreviste cause, il faticoso equilibrio conquistato durante l’anno, grazie alle cure DAN!.

 

 


 TAPI Christmas:
E’ Natale…
“Jingle bells, jingle bells, jingle all the way, oh what fun it is to ride in a one horse open sleigh!”
Vabbè, sarà pure divertente andare in slitta, ma Natale non è andare in slitta!! O forse per noi genitori, Natale è più come andare in slitta trainati da una renna che ha problemi comportamentali?

Natale è:
Supermercati pieni fino all'inverosimile, orge di shoppers in giro per regali, recite a scuola, visite di parenti, etc etc etc…… devo continuare?
 
Con un bambino con autismo in casa, questo periodo festivo è colmo di rischi e insidie, anzi non è difficile che si trasformi in un'esperienza negativa, al punto da farvi desiderare di far scomparire quella data dal calendario… potrebbe addirittura costarvi il matrimonio o, Dio non voglia, un arresto per la tentata aggressione a vostra suocera!
Certe situazioni devono essere evitate ad ogni costo! Un genitore in custodia della polizia, pur temporanea, non può fare il buon genitore!!!
Se siete abbastanza fortunati da essere stati invitati in una casa GFCF, priva di pericoli, priva di sostanze chimiche, ecc, non leggete questa guida. Chiamate immediatamente al mio numero TIM Tribù e fatemi sapere dove, quando e che vestito mettermi! Ma mi sa che non riceverò telefonate!
Per noi comuni mortali che non abbiamo la fortuna di cotanta perfezione, è necessario un serio programma per la festa della Natività. Innanzitutto, dico che personalmente, nei tempi duri, ho sempre preferito rimanere a casa: mio figlio correva meno rischi... io mi ammazzavo di lavoro, è vero...ma in realtà era molto meglio cosi. Comunque... l’ esperienza di un considerevole numero di feste di Natale trascorse con mio figlio, mi ha portata a considerare opportuno fare le seguenti considerazioni su questo periodo festivo.
 
1. L'albero di Natale
Un albero di Natale non è solo e semplicemente un “albero di Natale”. E' soprattutto una potenziale fonte di grande pericolo: un bambino con autismo potrebbe provare a mangiarne i rami e gli aghi, ma anche le decorazioni e le luci. Non ho parlato personalmente con il Dr Balzola, ma immagino che non approverebbe! Sappiamo come gli alberi veri siano spesso trattati con pesticidi, una ulteriore complicazione, come pure sappiamo con certezza che molte delle brutte varietà sintetiche, comprese le luci e le decorazioni, contengono metalli pesanti o altri elementi nocivi. Ma Natale non sarebbe Natale senza un albero.…..decorare l'albero è una cosa bella ed importante! La mia abitudine (per-autismo) era fare ogni anno l'albero perfetto, simmetrico, con colori perfettamente abbinati...degno di un Nobel. Ora amo l'albero fatto nel modo in cui lo decora mio figlio...aiuto solo con la logistica e le cose elettriche, non intervengo nella creazione artistica. La sua arte è di gran lunga più bella della mia! (Detto ciò, quest’anno e dopo tanti progressi del bambino in questi sei anni di biomed, il nostro albero è decisamente misero e scarno….perche lui non se ne frega più di tanto, oramai aspetta che il 24 sera arrivi la Wii!!)
Sorry I digressed somewhat! Scusate...ho divagato un pò!
Si deve, quindi, fare grande attenzione alla scelta dell'albero e alla sua posizione in casa, in modo che sia sempre sotto sorveglianza speciale. Ma, vi prego, non rinunciate al piacere di decorarlo con vostro figlio! E scattate delle foto!!
 
2. I regali per vostro figlio
Per un bambino con autismo i regali sono fonte di problema in tutti i sensi: cosa comprare? Come reagirà il bambino?
Per favore, non rimanete male se il bambino neppure guarda il regalo e preferisce, magari, invece, divertirsi a strappare la carta che lo avvolge. Andate pure in un'altra stanza e date sfogo ad un piccolo pianto in silenzio, ma soprattutto breve. Non disperate. Con il biomedico e buone strategie ABA, il bambino RIUSCIRA'  in futuro a esprimere la gioia che si prova nel ricevere un dono. Non fategliene, comunque, troppi... sopraffatti e confusi, sarebbero “costretti” a ritirarsi in un mondo tutto loro, sfuggire per riuscire a superare il sovraccarico sensoriale, le troppe cose nuove, i troppi odori. Non seguite assolutamente l'abitudine così tipica in Italia di aspettare il proprio turno per aprire i regali uno alla volta...vostro figlio potrebbe non essere pronto per questo “rituale”, potrebbe non capirlo affatto. Fate tutto con calma e pazienza, cercando di aiutare il bambino quanto piu possibile a superare le difficoltà e mostrando voi stessi gioia ed entusiasmo per il regalo….si deve insegnare anche a Natale. In ogni caso, buttate la carta che avvolgeva il regalo immediatamente onde evitare che il bambino si concentri sulla carta e non sul regalo.
Sperate con tutto il cuore che i vostri invitati abbiano la buona idea di telefonarvi prima per chiedervi consiglio su cosa regalare a vostro figlio. Se siete così fortunati e voi stessi non sapete cosa farebbe piacere a vostro figlio (si, potrebbe essere così, non è facile capire che cosa potrebbe piacere!!!), suggerite, con tatto, regali che non siano pericolosi... per esempio abbigliamento particolare. Se portano un giocattolo che ruota su se stesso e ha orrendi toni musicali, fate un bel sorriso di circostanza, poi provate a nasconderlo velocemente, magari in garage, comunque quanto più lontano possibile!! Giochi di questo genere non vanno bene per i nostri figli, molti bimbi tendono ad imitare cose inappropriate…e manca solo che imitino questo tipo di giochi. Ovviamente, assicuratevi che l'ospite non vi veda o se ne sia andato quando nascondete il gioco.

3. Pranzo di Natale in Italia!!
Questo è un tema scottante… Probabilmente riceverò mail piene di odio da parte di nonni, zie e zii, cugini e il resto del parentado che non riescono davvero a concepire un Natale GFCF per i loro nipoti/cugini. Ma si può, si deve fare GFCF. Con sorriso, spiegate che non si deve dare al bambino NIENTE di nascosto!!! Anche un poco di glutine o caseina FA MALE al bambino!!!
Natale, inoltre, significa stare insieme! Non è una competizione per chi ha visto piu episodi del Gambero Rosso e si sente un aspirante Vissani.
Molti amici in USA scelgono la dieta GFCFSF per tutta la famiglia. In Italia, questo sarebbe un'imposizione assurda/difficile per come sono le abitudini, ma è necessario, almeno, seguire delle linee guida base. Penso che una delle difficoltà più serie, in giorni come il Natale, tradizionalmente ricchi di ospiti e confusione, sia legata al rischio che il vostro bambino ASD possa "perdersi" un pò nella confusione. Personalmente tante volte mi sono sentita in colpa per questo!! Facevo il possibile in cucina, per preparare i piatti migliori ad un sacco di gente... e sebbene chiedevo a nonni e zie di tenere gli occhi sul bambino, ero sicura che non lo facevano!!! Non perchè non volevano, ma perchè non sapevano come fare!!! Non sapevano proprio dove ci potevano essere i pericoli. Se poi avete servito già agli ospiti un Martini…bhè, auguri, siete seriamente nella mer**  perche, al ritorno dalla cucina, troverete lo zio che sta somministrando, con tanto amore, taralli a vostro figlio!! E un “evento” del genere, mette a rischio il pranzo per tutti!! Servire il pranzo di Natale mentre il bambino sta avendo un meltdown, non è una cosa fattibile. Lo so per esperienza. 
SEMPLIFICATEVI LA VITA !!
NON siete, certo, una cattiva persona se non avete 14 portate diverse nel vostro menù di Natale. Se ritenete necessario porre in tavola il pane, assegnate ai commensali che lo mangeranno un posto lontano dal bambino che non può assumere glutine. Minacciate, poi, cose terribili ai "mangiatori di pane" che faranno briciole!!
Se, come me, usate Barilla per il primo piatto, assicuratevi di togliere in tempo di record i piatti vuoti... possibilmente, però, dopo che i vostri ospiti abbiano finito!!
Provate a non lasciare in giro bicchieri mezzi vuoti di vino...i nostri bambini spesso annusano l'alcool e, addirittura, attratti dall'odore, possono bere il fondo del bicchiere! L'alcool è sconsigliato ad ogni bambino... ma per i nostri bambini ASD è veramente una cosa molto negativa!
Non provate a soddisfare i vostri ospiti presentando piatti proibiti, ma piatti che ll VOSTRO bambino vorrebbe. Non è corretto...anzi, a dirla tutta, è proprio crudele! Ideate un menù che vada bene per tutti!! Si, è possibile! Lo so, ci sono passata, ne so qualcosa!!
Non avete bisogno di nessuno esperto per scrivere il vostro menù GFCFSF ecc! No! Usate la testa e il buon senso!! Siete un genitore di un bambino ASD…… meritate almeno 3 lauree ad honorem in varie materie!! E una di queste è in “Arte Culinaria”!!
Provate a preparare in anticipo i cibi speciali per vostro figlio... così eviterete in cucina l’aiuto “indesiderato” di persone che farebbero soltanto confusione mettendo, senza rendersi conto, il cucchiaio della pasta con glutine nella pasta GF!! E’ un errore facile da fare! Se proprio non potete preparare prima, convincete gli ospiti che NON avete bisogno del loro aiuto in cucina. Meglio decisi prima che poi dispiaciuti!! Comunque, le ricette di Natale sotto danno ottimi consigli. 
Infine, provate semplicemente a godervi il Natale, ma soprattutto, assicuratevi che lo facciano i vostri figli!! A differenza dei bambini NT che ci riusciranno tranquillamente da soli, loro certamente avranno bisogno di un pò di aiuto extra!
 
Buon Natale a tutti!
Ps: Sono davvero dovuta andare con la mente indietro di molti anni per ricordarmi di quanto ho scritto! Ora Griff sta meglio e comincio a dimenticare come sono stati quegli anni. Vogliate scusarmi, inoltre, se ho volutamente evitato il paragrafo presepe! Posso solamente dirvi che il nostro Gesù Bambino spesso è nato in uno Zoo Safari, incluso delfinario.
 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle