Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow ABA arrow Documenti generali ABA arrow "Teaching Individuals with Developmental Delays" di I. Lovaas
Stampa E-mail

Materiale tratto dal manuale "Teaching Individuals with Developmental Delays" del dott. O. Ivar Lovaas (capitolo 3 pag.18,19,20)

Criteri per un trattamento appropriato

E' stato possibile formulare un opinione tra molti ricercatori scientifici e consulenti che un trattamento appropriato comprende i seguenti elementi( Simeonnson, Olley, & Rosenthal, 1987):
1. Un' enfasi comportamentale. Questo include non soltanto imporre un lavoro strutturato e rinforzare comportamenti appropriati quando si verificano, ma anche applicare alcuni interventi più tecnici. Questi interventi includono condurre le prove discrete, modellare fino a successive approssimazioni, produrre un mutamento nel controllo dello stimolo, stabilire una discriminazione di stimoli e insegnare l'imitazione (R.L. Koegel &Koegel,1988).
2. La partecipazione della famiglia. I genitori e altri membri della famiglia dovrebbero partecipare attivamente all'insegnamento alla persona che ha un ritardo dello sviluppo. Senza questa partecipazione, gli obbiettivi raggiunti in setting professionali come un programma di educazione speciale, clinica o ospedaliera raramente portano allo sviluppo funzionale degli stessi in famiglia o nella comunità (Bartak,1978; Lovaas et al., 1973).
3. Lavoro uno a uno. Approssimativamente per i primi 6/12 mesi di trattamento, l' insegnamento dovrebbe essere individuale invece che in gruppo perché le persone con autismo ed altri disordini relativi imparano di più in situazioni uno a uno(R.L.Koegel, Rincover, & Egel, 1982). Questo training necessita di essere supervisionato da un professionista laureato in Analisi Applicata del Comportamento e condotto in un trattamento uno a uno. Il trattamento può essere portato avanti da persone che sono state formate in trattamenti comportamentali, inclusi studenti laureandi e membri della famiglia (O.I. Lovaas & Smith, 1988).
4. Integrazione. Prima di integrarlo in un gruppo, all'individuo dovrebbero essere insegnati più comportamenti sociali adeguati possibile. Quando un individuo è pronto per entrare in una situazione di gruppo, il gruppo dovrebbe essere più tipico ( normale o medio) possibile. Le persone con autismo danno migliori prestazioni quando integrate con persone neurotipiche che quando messe con altri individui autistici(Strani, 1983). In presenza di altre persone con autismo, ogni abilità sociale o di linguaggio che l'individuo ha sviluppato di solito scompare in pochi minuti, presumibilmente perché questi comportamenti non sono reciprocati (Smith, Lovaas, & Watthen-Lovaas,2002). Molte esposizioni a persone neurotipiche, comunque, non sono sufficienti per facilitare comportamenti appropriati. Le persone con autismo richiedono esplicite istruzioni su come interagire con i pari ( Strani, 1983).
5. Completezza. Le persone con autismo inizialmente hanno bisogno che gli venga insegnato virtualmente tutto. Possono avere alcuni comportamenti appropriati ;ma nuovi comportamenti devono essere insegnati in situazioni uno a uno. Come detto prima, ciò è perché l'insegnamento di un comportamento raramente porta all'emergere di altri comportamenti non direttamente insegnati (Lovaas & Smith,1988). Per esempio, insegnare abilità di linguaggio non porta immediatamente all'emergere di abilità sociali, e insegnare un' abilità di linguaggio, come le preposizioni, non porta direttamente all'emergere di altre abilità di linguaggio, come l'acquisire i pronomi.
6. Intensità. Forse a corollario della necessità della completezza, un intervento efficace richiede un gradissimo numero di ore, circa 40 ore a settimana ( Lovaas & Smith,1988). 10 ore alla settimana sono insufficienti (Lovaas & Smith,1988), così come 20 ore ( Anderson et al. 1987). Nonostante incrementi nella funzione cognitiva ( come ci riferisce il punteggio QI) si possano osservare, si dovrebbe capire che non significa che lo studente sarà integrato con successo con i pari neurotipici, ma invece che lo studente potrebbe regredire a meno che il trattamento non continui. La maggior parte della 40 ore, almeno durante i primo 6/12 mesi dell'intervento, dovrebbero essere impiegate nel dare maggior importanza a rimediare i deficit del linguaggio (Lovaas,1977). Dopo, questo tempo, può essere diviso tra il promuovere l'interazione con i pari e continuare a lavorare sui deficit del linguaggio.
7. Differenze individuali. Esistono grandi differenze nelle risposte degli studenti al trattamento comportamentale. In condizioni ottimali, una ragguardevole minoranza di bambini acquisisce e mantiene un così detto livello funzionale normale (McEachin et al. 1993). Questi sono i bambini che vengono chiamati "audiority learners"(imparano attraverso il canale uditivo). I rimanenti bambini ,"visual learners"(imparano attraverso il canale visivo), non raggiungono livelli funzionali normali con il trattamento comportamentale al momento ed richiedono un trattamento intensivo uno a uno per il resto della loro vita per mantenere le abilità esistenti e continuare a sviluppare nuove abilità. I programmi designati a facilitare la comunicazione per i "visual learners" appaiono promettenti ma hanno ancora bisogno di ricerca e dati risultanti dalla ricerca stessa.
8. Durata. Il trattamento deve durare per tutta la vita della persona con autismo perché terminare il trattamento può portare alla perdita delle acquisizioni (Lovaas et al. 1973). Come precedentemente discusso, l'unico dato ad eccezione di questo è per quella porzione di bambini che raggiungono una normale funzionalità con un intervento intensivo e precoce entro i 7 anni di età.
9. Controllo di qualità. Dando visibilità ai dati raccolti da UCLA( Università della California, Los Angeles), è importante specificare l'importanza del trattamento il più possibile così che possa essere replicato da altri. Questo diviene particolarmente importante perché qualsiasi persona può falsamente presentarsi come qualificata a condurre un trattamento avendo, per esempio, frequentato un seminario di un giorno o di una settimana ed avendo letto THE ME BOOK (Lovaas, 1981), o questo manuale (Teaching Individuals with developmental delays). Per aiutarvi a proteggervi da potenziali malintesi, vi suggeriamo di leggere il capitolo 34 di questo volume. Per proteggervi ulteriormente è stato necessario creare un sistema di certificazione dei consulenti, per aiutarvi ad essere sicuri che la qualità dell'intervento comportamentale resti alta. Il progetto di certificazione UCLA può aiutarvi nella scelta. Al momento ci sono due livelli di certificazione nel progetto: livello 1 (Staff Aide) e Livello 2 (Supervising Aide) .

 

Criteri per la certificazione (Lovaas) di livello1 (Staff Aide)

1. Seguire un corso di Psicologia (Corso di Modificazione Comportamentale) o un corso simile per imparare i principi teorici che procurano basi empiriche e teoriche per la sperimentazione dell'analisi comportamentale e le sue applicazioni all'autismo ed ha altri disordini dello sviluppo.
2. Se il requisito numero 1 è passato con un punteggio di B (ndr.distinto) o migliore, seguire un corso di psicologia di Applicazione sul campo delle Tecniche di Modificazione Comportamentale, che includa lezioni e esperienza pratica supervisionata in trattamento uno a uno per un minino di 6 mesi ( non meno di 60 ore di trattamento uno a uno) supervisionate da un consulente di livello 2.
3. Dopo avere assolto i requisiti 1 e 2, sottoporre il candidato ad una videoripresa di 15 minuti nella conduzione di un trattamento uno a uno con un cliente con cui il candidato abbia lavorato un minimo di 10 ore. Il consulente di livello 2 che supervisiona il cliente seleziona un programma che è attualmente in acquisizione per il bambino in una delle seguenti aree : (a) imitazione verbale ( se il bambino non ha ancora iniziato il programma di Imitazione Verbale, verrà selezionato un obbiettivo del programma di Imitazione Non-verbale; se il bambino ha masterizzato tutti gli obbiettivi del programma di Imitazione Verbale, verrà selezionato un programma relativo alla conversazione);(b) linguaggio ricettivo; e (c) linguaggio espressivo (se il bambino non ha ancora incominciato i programmi di linguaggio espressivo, verrà selezionato un obbiettivo del programma di Imitazione Non-Verbale[se un obbiettivo del programma di Imitazione non-Verbale fosse usato in (a), questa categorie consisterebbe in un secondo obbiettivo del programma di imitazione Non-Verbale; per esempio, se (a) fosse un'imitazione delle espressioni facciali, questa categoria potrebbe comprendere l'imitazione del Disegno o l'imitazione con i Blocchi da costruzione]).Il candidato è videoripreso mentre conduce ogni programma per 5 minuti. Soltanto il candidato, il cliente e chi fa la videoripresa sono presenti durante la sessione , e chi videoriprende si trattiene dal fare commenti sulla performance del candidato fino al completamento della videoripresa. Il punteggio si basa sui miglioramenti dello sviluppo (R.L.Koegel, Russo, Rincover 1997).

 

Criteri per la certificazione (Lovaas) del livello 2 (Supervising Aide)

1. Aver ottenuto la certificazione di livello 1.
2. Completare un tirocinio intenso ed a tempo pieno di 9 mesi o un servizio a tempo pieno per 1 anno come parte dello staff (tutor) supervisionato da un consulente di livello 2 e da un direttore del centro che offre il servizio. Per 3 di questi mesi, il candidato dovrebbe essere impegnato a formare nuovi esperti ( es. esperti che non hanno ancora ottenuto la certificazione di livello 2).
3. Completare lo studio di materiale assegnato sull'applicazione della teoria di insegnamento ed ottenere punteggi soddisfacenti ai test relativi a questi studi.
4. Ottenere valutazioni soddisfacenti dal consulente di livello 2 e dai nuovi esperti formati dal candidato.
5. Dopo aver assolti i requisiti da 1 a 4, sottoporre il candidato ad una videoripresa di 20 minuti nella conduzione di un trattamento uno a uno con un cliente con cui il candidato non abbia mai lavorato. Basandosi su un'analisi delle acquisizioni del cliente, il candidato insegna al cliente nuove abilità nelle seguenti aree: (a) Imitazione Verbale (se il bambino non ha ancora iniziato il programma di Imitazione Verbale, verrà selezionato un obbiettivo del programma di Imitazione non-verbale; se il bambino ha masterizzato tutti gli obbiettivi del programma di Imitazione verbale, verrà selezionato un programma relativo alla conversazione);(b) linguaggio ricettivo; (c) linguaggio espressivo (se il bambino non ha ancora cominciato il programma di linguaggio espressivo, verrà selezionato un obbiettivo del programma di Imitazione Non-Verbale [ se un obbiettivo del programma di Imitazione Non-Verbale è usato per (a), questa categoria dovrebbe consistere in un secondo obbiettivo del programma di imitazione non-verbale; per esempio, se (a) è una imitazione delle espressioni facciali, questa categoria dovrebbe comprendere l'imitazione del disegno o l'imitazione con i blocchi da costruzione]); e (d) interazioni di gioco. Soltanto il candidato, il cliente e la persona che fa la videoripresa sono presenti durante le sessioni, e la persona che fa la videoripresa si trattiene dal fare commenti sulle performance del candidato fino al completamento della videoripresa. Il video avrà un punteggio dopo essere stato visionato dal Young Autism Project.
6. Ottenere il rinnovo della certificazione ogni 2 anni sottoponendosi a una videoripresa come al punto 5. Solo i consulenti di livello 2 sono autorizzati a supervisionare i trattamenti a a tenere workshop. Tutti i candidati per il livello di consulenza 1 e 2 saranno rivisti e giudicati da personale con dottorato che è la chiave del personale dell' Young Autism Project
 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle