Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Biomedico arrow Diete arrow SCD, dieta senza carboidrati
Stampa E-mail

La SCD si basa su questo principio: blocca il circolo vizioso delmalassorbimento e della disbiosi intestinale eliminando gli zuccheri complessi (soprattutto i disaccaridi) e quindi il nutrimento ai batteri patogeni. Sono permessi infatti solo alimenti che contengano singole molecole di zucchero, che non avendo bisogno di essere digerite vengono immediatamente assorbite dall'intestino. In questo modo non rimangono residui per il nutrimento ai batteri nocivi.Come conseguenza lo stato di infiammazione e di aumentata permeabilità intestinale diminuisce ed il sistema immunitario può tornare a funzionare normalmente contribuendo attivamente al mantenimento di una sana flora batterica.
E' importante ricordare che, come tutti i trattamenti detossificanti, la SCD presenta momenti di regressione con peggioramento del comportamento e della funzione intestinale, cui solitamente fa seguito un miglioramento globale.
Le regressioni hanno un andamento temporale caratteristico: oltre a quella iniziale che può essere paragonata ad un vero e proprio die-off sono descritte a 3, 5, 7, 9 e 12 mesi, possono durare da pochi giorni ad alcune settimane ed essere severe.
Al momento - dice il Dr. Baker- questa dieta è la seconda scelta e viene consigliata a quei bambini che, nonostante la dieta GFCF, più supplementi, trattamenti anticandida ecc continuano ad avere problemi intestinali molto seri. Non c'è esperienza invece nell'utilizzo della SCD come primo approccio terapeutico.
Oltre al sito Pecanbread, di cui sotto forniamo alcuni documenti tradotti, esiste anche un gruppo Yahoo con lo stesso nome e con parecchi iscritti, ricco di moltissime informazioni e di supporto in caso di difficoltà (effettivamente è una dieta complessa da fare e che richiede un sacco di tempo nella preparazione degli alimenti)

 

PECANBREAD

 

Che cos'è la Specific Carbohydrate Diet?
La Specific Carbohydrate Diet è una dieta scientificamente basata su studi di chimica, biologia e clinici. E' dettagliatamente spiegata nel libro, Breaking the Vicious Cycle, scritto da Elaine Gottschall.
La scelta dei cibi che sono permessi nella SCD è basata sulla struttura chimica di questi cibi. I carboidrati sono classificati a seconda della loro struttura molecolare. I carboidrati permessi hanno una struttura molecolare che è abbastanza piccola da essere trasportati attraverso la supercificie dell'intestino dell'intestino tenue nel flusso sanguigno. Questi carboidrati non necessitano di essere scomposti da vari processi degli organi digestivi come il pancreas o gli enzimi intestinali.
La Specific Carbohydrate Diet è stata testata clinicamente con successo per oltre 50 anni dal Dr. Haas e dalla biochimica Elaine Gottschall.
La Specific Carbohydrate Diet è stata messa a punto per pazienti con malattie intestinali, ma non è stata "trovata" da genitori di bambini con autismo. I bambini a dieta stanno andando molto bene.
Per incominciare la Specific Carbohyrdate Diet, è necessario leggere Breaking the Vicious Cycle. La dieta non consiste semplicemente nel sostituire un gruppo di cibi ad un altro; comincia con un numero limitato di cibi e gradualmente, man mano che il tratto intestinale guariscr, ne aggiunge altri.

 

Come funziona la SCD?
Quando l'intestino ammalato è infiammato per gli effetti della disbiosi, non può scomporre le molecole che sono troppo grosse per essere trasportate attraverso la superficie dell'intestino tenue nel cirdolo sanguigno. Invece di entrare in circolo, gli amidi e gli zuccheri non digeriti diventano una continua fonte di cibo per batteri e funghi.Ciò che si ripromette la SCD è di eliminare tutte le fonti di carboidrati la cui struttura molecolare è troppo grossa per entrare dirattamente nel flusso sanguigno. Eliminando amidi e zuccheri la disbiosi viene corretta. Il risultato è una diminuzione dell'infiammazione e la guarigione del tratto intestinale.

 

Un bambino può continuare la dieta senza glutine e caseina seguendo la SCD?
La SCD è stata sviluppata originariamente come una dieta per la celiachia. La SCD è completamente senza glutine. Il Dr. Haas, il medico che per primo ha sperimentato la SCD, ha trascorso un sacco di anni a ricercare quali cibi non potessero tollerare le persone con morbo celiaco. Scoprì che queste potevano tollerare i prodotti caseari privi di lattosio. Per cui, alcuni prodotti caseari, come uno yogurt preparato opportunamente in casa, sono consentiti nella SCD. Comunque alcuni genitori dei bambini con autismo sono riluttanti a provare qualunque prodotto caseario e li evitano anche se sono privi di lattosio. Ci sono quindi bambini che continuano a seguire una dieta rigidamente senza caseina mentre fanno la SCD e seguono una dieta ugualmente ben bilanciata con i nutrienti necessari.

 

Dove si può trovare un libro di ricette SCD che siano anche prive di caseina?
Esiste un libro chiamato SCD with Taste and Tradition che contiene per la maggior parte ricette senza caseina. Ci sono in quel libro oltre 150 ricette. Solo 12 circa contengono prodotti con caseina e sono in una sezione separata del ricettario. Una nota sul libro: molte delle ricette del libro richiedono una farina di fagioli fatta in casa. Secondo la SCD, bisogna aspettare 3 mesi prima di introdurre i fagioli. Per cui, in queste ricette, la farina fatta in casa di fagioli inizialmente dovrebbe essere sostituita con farina di noci. Il libro può essere ordinato dalla Digestive Wellness. al sito http://www.digestivewellness.com Tel.(845) 356-3504.

 

Perchè la SCD è una buona scelta da fare per un bambino con autismo?
Sensibilità al glutine e intolleranza ai salicilati sono sintomi di sistema digestivo danneggiato che è infestato da patogeni intestinali. Quando viene ripristinata la salute dell'intestino, questi sintomi scompaiono. E' meglio curare le cause alla base che provare solo a trattare i sintomi. Siccome la SCD va al nocciolo della causa di questi problemi ripristinando la salute intestinale, la Specific Carbohydrate Diet è la scelta ottimale per un bambino con autismo.

 

Qual'è il protocollo per iniziare la SCD per un bambino con autismo?
Il protocollo ASD/SCD di Elaine
1. Servire solo cibi che sono permessi nella dieta. Usare solo cibi che il bambino può tollerare o digerire.Quando si inizia la dieta, in principio molti bambini non possono tollerare tutti i cibi consentiti nella SCD. Introdurre attentamente i cibi permessi uno alla volta per stabilire se il bambino può tollerarli. Aggiungere poi lentamente nuovi cibi. E' molto utile tenere un diario degli alimenti usati per stabilire se ci sono reazioni ai nuovi alimenti. Fare questo produrrà effetti migliori a lungo termine.
Ricordate che quando candida e batteri cominciano a morire, può esserci una iniziale reazione negativa alla dieta.

 

Non dare MAI ad un bambino un cibo che ha causato precedentemente una reazione anafilattica.

 

2. Usare probiotici.
I Probiotici dovrebbero essere introdotti lentamente, aumentando gradualmante la quantità somministrata. Questo aiuta a prevenire che effetti die-off avvengano troppo velocemente. Se i probiotici sono introdotti troppo velocemente potrebbero dare una reazione die-off molto forte.

 

3. Usare le vitamine ammesse dalla SCD come le Freeda o altra marca consentita

 

4. Se ci sono ancora problemi di digestione prendete in considerazione l'uso di enzimi consentiti dalla SCD

 

5. Le iniezioni di B12 shots possono essere molto utili quando vanno affrontati problemi intestinali.

 

Ci sono gruppi di supporto per bambini con ASD?
Ci sono due posti per informazioni e supporto.
C'è un gruppo yahoo chiamato Pecanbread, che fornisce informazioni sulla SCD.
C'è Elaine's Children on Lyris, che è un gruppo di supporto per genitori di bambini che stanno seguendo la SCD. La maggior parte dei bambini del gruppo hanno l'autismo, ma non tutti. Alcuni hanno problemi del tratto gastrointestinale, epilessia o altre serie allergie alimentari. E' un gruppo di grande sostegno fatto da genitori di bambini che seguono la SCD.
Qui le istruzioni per iscriversi

 

ALTRE INFORMAZIONI

 

La dieta SCD limita la disponibilità di carboidrati, togliendo ai microbi la loro fonte alimentare, i microbi gradatamente decrescono, andando così a fermare il circolo vizioso del malassorbimento e della crescita dei microbi. La SCD consente solo monosaccaridi (carboidrati) semplici che possono essere assorbiti facilmente e vieta i carboidrati complessi.
I cibi da evitare: grani in generale (ad esempio riso, grano, avena ecc.), cibi di fabbricazione industriale, verdure ricche di amido (ad esempio patate, patate dolci ecc.), verdure in scatola di qualsiasi tipo, farine, zucchero, dolcificanti (consentiti solo il miele e la saccarina) e latticini ad eccezione dello yogurt fatto in casa e fermentato per 24ore. Tutta la frutta e la verdura deve essere sbucciata, privata dei semi e cotta in modo da renderla facilmente di gestibile. Frutta e verdura crudi, noci e semi vengono aggiunti in un secondo tempo.
Alcuni genitori lamentano lacune con la dieta GFCF e testimoniano il miglioramento e la soluzione dei problemi intestinali con la SCD, dall´altro lato ci sono anche genitori che criticano la SCD perché poco elastica e per lo yogurt col latte di capra, probabilmente la validità o meno di una dieta dipende dal caso specifico. Perché il latte di capra è consentito secondo la dieta SCD:
per centinaia di anni, il latte di capra è stato considerato come il latte più simile a quello umano. Nonostante il latte di capra abbia una composizione in termine di grassi e di proteine simile al latte vaccino, ci sono significative differenze tra i tipi di grassi, proteine e componenti minori: o il grasso nel latte di capra è in globuli più piccoli. Questi globuli di grasso più piccoli forniscono una grossa superficie che consente agli enzimi di rompere le particelle, consentendo una digestione più facile. Inoltre il latte di capra non contiene "agglutinina", presente invece nel latte vaccino, che fa raggrumare i globuli grassi del latte o Il latte di capra contiene una proporzione maggiore, rispetto al latte vaccino, di trigliceridi della catena corta e media, il che contribuisce ad una digestione più rapida. Inoltre contiene più caproic (C6), caprilico, (C8) e capric (C10) per un totale del 16% rispetto al latte vaccino che ne contiene il 7%. Questi elementi vengono utilizzati per trattare i sintomi da malassorbimento, i disordini intestinali, l'allattamento dei neonati prematuri ecc. o il latte di capra forma nello stomaco dei bambini del latte cagliato che è più piccolo, più leggero e quindi più facilmente digestibile. Questo per l´assenza o i bassi livelli di alfa-s1-caseina rispetto al latte vaccino o Il latte di capra si adatta meglio alla temperatura PH dello stomaco (caratteristica utile per chi soffre di ulcere gastriche) e contiene
fattori bio-attivi come l'insulina come fattore di crescita o facendo lo yogurt casalingo, il PH scende a circa 4,5 rispetto al 7,1/7,2 del latte fluido, le proteine svengono snaturate, cioè a causa dell´acidità perdono la loro strutturatridimensionale che pare sia la preoccupazione principale degli allergologi rispetto alla caseina.
Nello yogurt fatto in casa e nei formaggi naturali, la caseina prende una struttura bidimensionale che ha meno probabilità di causare reazioni allergiche o in ogni caso, l´utilizzo dello yogurt di capra è a discrezione dei genitori, soprattutto nel caso dei bambini autistici e i probiotici rimangono una buona alternativa

 

Nata all'inizio per i celiaci, è stata poi scoperta dai genitori dei bambini autistici. Dieta che seleziona i carboidrati che richiedono una minima digestione e sono facilmente assorbibili, quindi elimina microbi intestinali, lieviti e batteri. Icarboidrati consentiti hanno una struttura molecolare abbastanza piccola da essere trasportati attraverso la superficie dell´intestino fino al sangue, e quindi non devono essere frammentati dagli organi digestivi. La dieta comincia con un numero limitato di cibi e poi ne vengono aggiunti gradualmente altri, è senza glutine, consente alcuni latticini, ad esempio lo yogurt di latte di capra fatto in casa, oppure se non si vuole rischiare si possono dare i probiotici.
Vantaggi: intestino guarito, digestione migliore, sistema immunitario rinforzato, maggiore energia, particolarmente utile in caso di difficoltà col controllo dei lieviti, intolleranze alimentari diminuite. Capita spesso che bambini intolleranti ai fenoli, iniziano la SCD e dopo aver guarito l´intestino, posso assumere anche cibi coi fenoli

 

ELENCO DI ALIMENTI PER LA SCD

 

PROTEINE

 

PERMESSE: tutti i seguenti alimenti freschi o congelati - manzo, agnello, maiale, pollame, pesce, crostacei e molluschi, uova, formaggi naturali (vedere l'appendice di
BTVC per l'elenco completo dei formaggi permessi), yogurt fatto in casa (ricetta su BTVC) e cagliata di ricotta.

 

NON PERMESSE: carni trattate come hot dog, bologna, tacchino loaf, prosciutto speziato, pesce impanato, carne in scatola se contiene amidi come polvere di siero di latte, lattosio, saccarosio, etc. Formaggi fusi e formaggi non elencati in appendice.

 

 

 

VEGETALI

 

PERMESSI: fresche o surgelate (senza zuccheri o amidi aggiunti). Carciofi (non il tipo Gerusalemme), asparagi, barbabietole, fagioli bianchi secchi, lenticchie, piselli, broccoli, germogli, cavoli cappuccio, cavolfiori, carote, sedano, cetrioli e aneti sottaceto, melanzane, aglio, cavolo verde, lattuga di tutti i tipi, fagioli, funghi, mostarda, olive, cipolle, prezzemolo, piselli, zucca, spinaci, zucchine invernali ed estive, fagiolini, pomodori, rape, crescione.

 

NON PERMESSI: nessuna verdura in scatola. Cereali come: orzo, grano saraceno, mais, bulgur, miglio, avena, riso, segale, triticale, o grano. Nessuna farina, pasta, amido, germogli o prodotti cereali derivati da questi. Farina di amaranto, farina di carciofo Gerusalemme, farina di quinoa, o altri sostituti del grano come semi di cotone, tapioca, sago, alga marina.

 

FRUTTA

 

PERMESSA: fresca, cotta, suegelata o secca - mele, avocado, albicocche, banane mature, bacche di tutti i tipi, ciliege, pezzetti di noce di cocco fresco o non addolcito, loose dates that do not stick together, pompelmi, uva, kiwi, kumquats, limoni, limes, mango, meloni, pesche, arance, papaya, pere, ananas, prugne, uva passa scura, rabarbaro, e mandarini.

 

NON PERMESSA: frutta in scatola. Frutta secca che è stata glassata con sciroppo o zucchero come molte marche di banana chips. Melassa, ketchup (a meno che fatto in casa), agar, carrageenan, marmellata, gelatina.

 

FRUTTA SECCA

 

PERMESSA: mandorle, pecans, noccioline Brasiliane, nocciole, noci e castagne. Burro di arachidi e altri burri di nocciole senza altri additivi.

 

NON PERMESSA: nocciole tostate o noccioline conservate sotto sale. Beer nuts, noccioline ricoperte, etc.

 

BEVANDE

 

PERMESSE: succhi di pomodoro o di verdure. Tropicana 100% succo d'arancia, succo d'uva Welch, succo d'ananas, alcune marche di succo di mela, the alle erbe (solo mente piperita o menta verde). Frullato di latte e gelato fatto con yogurt fatto in casa, frutta e addolcito con miele. Verdure spremute al momento o succhi di frutta fatti con ingredienti dell'elenco di frutta consentita.

 

NON PERMESSE: latte di mucca, latte di capra, latte di soia, latte di riso, latte in scatola di cocco. Caffè solubile o te, postum, sostituti del caffè, bibite analcoliche.

 

 

 

Elenco cibi consentiti da altra fonte:

 

Burro di mandorla senza zuccheri aggiunti, latte di mandorla (provare dopo almeno 6 mesi di dieta), olio di mandorla, farina di mandorle, sidro di mele diluito con acqua al posto dei normali succhi di mela, mela, albicocca, carciofi, formaggio Asiago (occasionalmente), asparagi freschi o congelati ma non in scatola, avocado, olio di avocado, bacon che non contenga zuccheri, banana ben matura con le macchie nere sulla buccia, barbabietola, bacche di ogni tipo,
fagioli quando spariscono i problemi intestinali, noci brasiliane, formaggio Brie occasionalmente, broccoli, cavolini di Bruxelles, burro, cavolo cappuccio quando sparisce la diarrea, formaggio Camembert occasionalmente, pesce in scatola sottolio o in acqua ma non deve contenere brodo, frutta in scatola conservata solo nel proprio succo, capperi, carote, cavolfiore da introdurre progressivamente dopo i primi progressi intestinali, sedano con cautela, ciliegie, castagne bollite, cocco, latte di cocco (provare dopo almeno 6 mesi di dieta), olio di cocco utile per friggere e per cucinare, caffè non istantaneo, olio di mais, cetriolo, melanzane, uova, nocciole solo sotto forma di farina, tutti i tipi di pesce e molluschi basta che siano naturali senza additivi o conservanti, aglio (fresco), gelatina naturale, gorgonzola (occasionalmente), succo d´uva bianca o nera senza zuccheri aggiunti, pompelmo, succo di pompelmo fresco, preparato al momento e diluito con acqua, uva, te verde per un massimo di 2 tazze al giorno, formaggio gruviera, prosciutto sotto sale, yogurt fatto in casa, miele, kiwi, limoni, lenticchie, tutti i tipi di lattuga, mango, melone, miso e tamari in piccole quantità e dopo almeno 3 mesi senza problemi intestinali, funghi, pesca noce, olio d´oliva, olive conservate al naturale, cipolla, succo d´arancia fresco e senza zucchero (in caso di diarrea non berlo la mattina), arance, papaia, parmigiano (occasionalmente), prezzemolo, pesche, noccioline da provare con cautela dopo 6 mesi di dieta e se non c´è diarrea, pesche, pere, peperoni, peperoncino, pinoli anche nel pesto ma con cautela in piccole quantità e dopo che sono spariti i problemi intestinali, ananas, succo d´ananas fresco diluito con acqua e senza zucchero, lecitina di soia (consentita perché estratta da uno dei grassi della soia, tutti i tipi di spezie purché non mischiati tra di loro, spinaci, olio di girasole, mandarini, pomodori (non in scatola), aceto di vino bianco o rosso purché non contenga additivi, provolone, prugne, zucca, uva passa con cautela, formaggio Roquefort occasionalmente, sale, semi dopo 3 mesi di dieta senza problemi intestinali, carni naturali biologiche senza conservanti o additivi: manzo, agnello, maiale, fegato, pollame.
Per quanto riguarda i formaggi, sono consentiti i tipi sopra indicato ma solo se di produzione non industriale, con una cultura batterica e stagionati da almeno 30 giorni.Il mais e la soia non sono consentiti.


 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle