Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Biomedico arrow Problemi immunitari arrow Un parere dell'immunologo Dr Aristo Vojdani,
Stampa E-mail

Mi chiamo Aristo Vojdani, e sono un immunologo; lavoro all' ImmunoSciences Laboratory, un laboratorio che opera nel campo dei disordini immunitari a Beverly Hills, Los Angeles, e sono anche Assistente Ricercatore nel Dipartimento di Neurobiologia alla UCLA. Il progetto di ricerca al quale stiamo lavorando ora riguarda la neuroimmunologia, soprattutto in relazione all'autismo. Sto esaminando il legame tra l'intestino, il sistema nervoso, ed il sistema immunitario. Esistono molti, molti studi scientifici pubblicati, e oggi abbiamo ascoltato la Dottoressa Martha Herbert dell'Harvard Medical School, riguardo al ruolo significativo dei fattori ambientali nello sviluppo dell'autismo. E questo è anche l'argomento principale delle mie conferenze, e con la mia ricerca ho dimostrato che fattori ambientali quali gli agenti infettivi, le sostanze chimiche tossiche come il mercurio, e le proteine negli alimenti come il latte, la caseina nel latte, il glutine nel grano e altri cereali, in qualche modo possono avere effetti sugli enzimi presenti nel tratto gastrointestinale, come il DPP4, attraverso meccanismi specifici.

Faccio un passo indietro per spiegare un passaggio, per spiegare cosa è il DPP4. Quando mangiamo proteine, abbiamo una serie di enzimi detti proteasi, ad esempio pepsina, tripsina e chimotripsina. Quindi, immaginiamo che quella proteina sia una lunga catena di perline legate tra loro, dette aminoacidi, è lunghissima, diciamo da qui all'altro lato della stanza. Queste proteasi sono composte di pezzi più piccoli, una ventina di perline legate tra loro, quindi 20 aminoacidi, detti peptidi. Abbiamo quindi bisogno di peptidasi, come il DPP4 (Dipeptidyl-peptidase IV), per scomporre questi 20 aminoacidi in 1 o 2 aminoacidi; quando diventano molecole minuscole, vengono assorbiti attraverso l'intestino e diventano parte del sistema energetico insieme al glucosio ed altro. Se agenti infettivi quali i batteri, e le proteine alimentari quali il glutine, la caseina e il mercurio o altre sostanze chimiche nell'ambiente, una volta arrivate nel nostro apparato digerente si legano a questi enzimi, e quegli enzimi incominciano ad avere un cattivo funzionamento, succederà che avremo tanti peptidi non digeriti, quelle 20 perline legate tra loro, che resteranno nel tratto digerente e interferiranno con la parte di sistema nervoso che si trova nell'intestino. Lo sa che nell'intestino si trova lo stesso numero di neuroni che abbiamo nel cervello? C'è un articolo del Dottor Gershon, che ho citato ieri nella mia presentazione, che sostiene che l'intestino è il secondo cervello, perchè non solo nell'intestino si trovano molti neuroni, ma anche molti neurotrasmettitori. In effetti, il 95% della serotonina è prodotta nell'intestino, non nel cervello. Quindi possiamo vedere il legame tra intestino e cervello. Allora, se qualcosa interferisce con la digestione di questi peptidi, avremo un'interferenza anche nel sistema immunitario dell'intestino, perché accadrà che ci saranno molti linfociti, cellule T, cellule B, che reagiranno a questi peptidi non digeriti. Nel reagire a questi, producono citochine pro-infiammatorie, sarebbe a dire citochine che causano una infiammazione, e il risultato di ciò sarà qualcosa di simile alla malattia infiammatoria dell'intestino (IBD), comune nei bambini affetti da autismo. Quindi, abbiamo un'accumulazione di questi peptidi, o molecole simili, che da una parte interferiscono con il sistema immunitario, e con la produzione di citochine, e dall'altra interferiscono con la comunicazione a livello neuroimmunitario, attraverso l'interferenza sui neurotrasmettitori e sui ricettori dei neurotrasmettitori.


Quando si ha un'accumulo di questi peptidi che interferiscono con il sistema immunitario, l'intestino manda al cervello un messaggio sbagliato, certe sostanze chimiche vengono secrete e ritornano all'intestino e possono causare vomito, diarrea, gonfiori e altro. Quindi esiste un'assoluta comunicazione tra questi due sistemi, non sono separati. Sfortunatamente, la medicina tradizionale vede ogni sistema come un'entità separata, l'approccio olistico, quello che considera l'organismo come un insieme di organi che lavorano in concerto tra loro, è quello che dovremmo utilizzare nei bambini autistici e in presenza di ogni malattia. La seconda parte di questo processo è quando si ha accumulazione di peptidi nell'intestino e il sistema immunitario produce citochine ed altri mediatori, portando ad un cattivo funzionamento dell'intestino e alla sindrome dell'intestino permeabile. Questi peptidi passeranno dall'intestino al sangue, dove avremo quindi una risposta immunitaria contro di loro, e possono anche arrivare fino all'area del cervello, dove si trovano i recettori per le endorfinee, le encefalite e tutti quei mediatori che si legano ai recettori, che si trovano per lo più sotto i neuroni; prendono ora il nome di esorfine, caseomorfine dal latte, gluteomorfine dal grano. Vengono chiamate gluteomorfine e caseomorfine perché agiscono come morfine, si legano a specifici recettori nelle cellule del cervello e ovviamente interferiscono con il funzionamento del cervello da un lato e con il sistema immunitario dall'altro. Gli stessi recettori che si trovano sui neuroni, nel sistema nervoso, si trovano pressoché identici nei linfociti. Generalmente questi due sistemi, quello immunitario e quello nervoso, comunicano tra loro attraverso questi recettori. Dunque, questi peptidi derivanti dall'alimentazione arrivano nel sangue e nel cervello, interferiscono con la comunicazione tra il sistema immunitario e il sistema nervoso, e a lungo andare il risultato potrebbe essere costituito da anomalie comportamentali.


Sfortunatamente, molti clinici prestano attenzione ai comportamenti ed alla genetica, e la genetica è qui sopra, e i comportamenti sono quaggiù, vero? Sì. Essi sanno che la genetica ha un ruolo nella malattia, e conoscono i comportamenti. Curano i comportamenti, ma non capiscono, non prestano attenzione a ciò che succede qui, nel tragitto dal cervello ai comportamenti, o dal sistema immunitario ai comportamenti. Qual è la biochimica? Quale reazione metabolica avviene tra questo punto e quello? Ed è ciò che la nostra ricerca sta dimostrando, è l'area nella quale stiamo cercando di comprendere le reazioni biochimiche, perchè ci sia di aiuto nel trovare una soluzione, e speriamo, per poter invertire il comportamento autistico.







Aristo Vodjani
si è laureato nel campo della microbiologia e immunologia clinica con studi postlaurea nell'immunologia tumorale. E' Manager e Direttore Tecnico della Immunoscieces Lab, Inc, a Los Angeles, CA, e membro del Direttivo editoriale di tre riviste scientifiche e ha pubblicato più di 100 articoli in giornali scientifici. E' famoso per il suo studio su autoimmunità e malattie neuroimmunologiche. Nel 2006 è stata premiato con il prestigioso Herbert J. Rinkel Award dall' American Accademy of Enviromental Medicine (AAEM) per l'eccellenza nell'insegnamento delle tecniche di medicina ambientale. 


 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle