Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Biomedico arrow Diete arrow Bambini inappetenti e selettivi, di Julie Matthews
Stampa E-mail

Speranza e aiuto per i bambini inappetenti e selettivi


Dalla Newsletter di Autism Diet
, di Julie Matthews



 
 traduzione di Frankolo

So che molti di voi pensano di avere un bambino inappetente e inflessibile nell'accettare nuovi cibi e che ritenete che non riuscirete mai a fargli mangiare aualcosa che non sia glutine, caseina r tantomeno qualcosa di sano. Capisco anche che vi state chiedendo una dieta possa davvero aiutare vostro figlio e i suoi sintomi di autismo.

Apprezzo questi dubbi: ho seguito nella mia pratica di nutrizionista molti bambini che mangiavano solo pane e derivati del latte o che si nutivano solo di pancake o patatine fritte. Quando il corpo crea sostanze oppioidi dagli alimenti, si diventa dipendenti da questi e se ne ha un bisogno spasmodico oppure, in presenza di un aumento della candida, si preferiscono solo zuccheri e carboidrati. A volte invece i bambini restringono le loro scelte alimentari solo a cibi che li fanno "sentire meglio". Vale la pena provare la dieta (sia essa GFCF, SCD, o un'altra) in quanto una volta che questi bambini superano questo bisogno  (in genere da pochi giorni a poche settimane) spesso allargano decisamente la loro scelta di cibi e diventa tutto più facile.

La maggior parte dei miei pazienti con autismo mangia solo piccole quantità di verdura o non ne mangia affatto. E' però molto comune che una volta che seguono la dieta (e diminuisce il bisogno di alcuni cibi e aumenta l'appetito), i bambini comincino a mangiare più verdure (o carne), spesso per la prima volta. Ci sono alcuni bambini che hanno una dieta molto auto-limitata e occorre tempo perchè cambino abitudini. Ma ci riescono.

NOTA: Non eliminate tutti i cibi aspettandovi che "se avrà fame, mamngerà". Mentre questo può essere vero per molti bambini, alcuni hanno reali problemi alimentari e possono addirittura smettere di colpo di mangiare, cosa che può costituire un serio problema. Aggiungete cibi nuovi prima di eliminarne altri e siate sicuri di essere seguiti da professionisti seri se il bambino non vuole aggiungere alcun altro alimento.


Affrontare l'inappetenza e la selettività è essenziale per espandere la dieta e intraprendere una dieta per l'autismo, ma a volte questo non avviene finchè non vengono eliminati alcuni cibi. Non lasciatevi fermare da questi problemi dall'intraprendere una dieta per l'autismo e cercate alcuni alimenti che il bambino mangi prima di cominciare una nuova dieta e poi, dopo che gli alimenti problematici o che davano assuefazione sono stati rimossi, aumentateli a poco a poco.

Qui ci sono solide ragioni per cui i bambini possono essere così selettivi nelle loro scelte alimentari:

La "dipendenza" dagli oppiacei (glutine / caseina) può essere la causa del consumo quasi esclusivo di alimenti contenenti frumento e prodotti lattiero-caseari. Secondo questa teoria, glutine (grano) e caseina (prodotti lattiero-caseari), quando non sono adeguatamente scomposti nella digestione, creano sostanze che sollecitano i recettori degli oppioidi nel cervello e quindi creano dipendenza, in modo simile alla morfina. Il bambino allora mangia solo il cibo che alimenta questa dipendenza, dando luogo ad una alimentazione limitata e selettiva.
La "dipendenza" dalle sostanze chimiche (glutammato monosodico, additivi artificiali) può causare la fissazione per i prodotti di una particolare marca o una forte preferenza per i prodotti alimentari "trattati". Questi prodotti chimici possono anche creare dipendenza come gli oppiacei. Il glutammato monosodico è noto per creare "eccitazione" nel cervello, stimolando il recettore del glutammato che crea eccitazione, facendo sembrare il gusto del cibo migliore di quello che sia realmente. Altri ingredienti artificiali, come i coloranti e gli aromi artificiali, possono creare le stesse fissazioni.
Le carenze nutrizionali (come la carenza di zinco) può far sembrare che  tutti gli alimenti abbiano un sapore cattivo o blando. Quando c'è carenza di zinco, una condizione comune nei bambini con autismo, il senso dell'olfatto è ridotto e il cibo appare noioso o non appetitoso. La consistenza allora può diventare un fattore ancora più importante: immaginate di mangiare un purè di patate senza riuscire a gustare il sapore della patata - il tutto si riduce a dei bocconi di poltiglia insipida!
L'infestazione da funghi, virus e microbi può causare queste fissazioni nel mangiare principalmente alimenti con quantità elevate di carboidrati e zuccheri. I funghi ed altri microbi fanno letteralmente festa con carboidrati e zuccheri. Essi possono forzare la persona che li ospita a desiderare il cibo che li nutre attraverso l'emanazione di sostanze chimiche che spingono i bambini a desiderare carboidrati raffinati e zucchero. Questa condizione può creare una auto-limitazione a questi soli alimenti.
Delle particolari sensibilità sensoriali possono causare il rifiuto di prodotti alimentari con una particolare consistenza. Per i bambini con problemi sensoriali, come la sensibilità tattile e uditiva, la consistenza del cibo può essere un grande ostacolo. Ad esempio, i cibi croccanti risultano "rumorosi", oppure cibi "spappati" potrebbero risultare intollerabili. In questi casi, è consigliabile cercare un terapista occupazionale o altri professionisti che aiutino a superare queste sfide di integrazione sensoriale.
Dopo aver individuato le possibili cause della "pignoleria" nelle abitudini alimentari del bambino, bisogna iniziare a cercare nuovi modi per affrontarla. A volte, via via che la terapia occupazionale o  l'integrazione sensoriale cominciano ad affrontare il problema della consistenza degli alimenti, un bambino comincia ad tentare nuovi cibi. Nel frattempo bisogna essere creativi e cercare di rendere gli alimenti croccanti o lisci, etc, in base alla loro preferenze. Inizia ad aggiungere nuove possibilità, come gli alimenti senza glutine, prima di rimuovere l'attuale cibo. Bisogna essere consapevoli del fatto che la preferenza di marca può essere causata dal glutammato o da altri additivi che possono  rendere il cibo "eccitante". Aggiungete abbastanza sale per rendere più saporita la vostra versione dei loro piatti preferiti - non eccedete, ma non sentitevi in obbligo di limitare il sale.

Siate creativi con il cibo. Iniziate ad aggiungere le verdure lì dove è possibile introdurre cibi lentamente e in modo leggermente diverso da quello a cui sono abituati. Vedete se è possibile rendere il cibo un po' diverso ogni giorno - non così tanto da farglielo rifiutare, ma facendo in modo che non si aspettino l'identicità - e inserite nuovi elementi nutritivi. Aggiungete passati nelle frittelle, polpette di carne, o nei sughi. Rendete croccanti le verdure con listelle di carote, patate fritte, o frittelle vegetali. Nascondete la carne dentro le frittelle. Provate a miscelare o diluire un marchio di cibo o di bevanda che vogliono con una versione più sana, aggiungendo piccole quantità fino a quando il primo alimento è scambiato con il nuovo.. questa tecnica funziona bene per latte, burro di arachidi, salsa di mele e altri prodotti alimentari che si mescolano bene.

Ecco alcune idee per aiutare i "mangiatori selettivi" ad apprezzare nuovi alimenti:

Fornite al bambino il cibo che gli piace in aggiunta a uno dei "nuovi" alimenti.
Coinvolgete i bambini nella preparazione dei "nuovi" alimenti.
Presentategli il cibo su un piatto separato. Non obbligateli a fare altro che acquisire familiarità con esso. Provate a inserire il cibo in terapia o durante il gioco.
Prima fategli toccare e leccare il cibo senza mangiarlo.
Dategli informazioni. Fategli sapere se è dolce, salato o acido. Mangiatene un pò e dite loro quanto sia delizioso.. e arruolate gli altri al tavolo per fare lo stesso.
Lasciateli masticare e permettete che lo sputino.
Iniziate con solo un piccolo assaggio ~ 1 / 2 cucchiaino da tè. Consentitegli di decidere quanto provare.
Provate e riprovate! Almeno 15 volte!
Siate creativi. Provate i nuovi alimenti nella consistenza che preferiscono: croccante, liscia, etc.
Evitate di essere emotivamente coinvolti - i bambini percepiscono l'ansia. Fate in modo che il pasto sia un momento di calma. Immaginate il bambino che mangia e si gusta i nuovi alimenti!
Evitate di forzare o costringere - guadagnatevi la fiducia.
Fornite ricompense o altri premi.
Assicuratevi che tutta la famiglia partecipi - servite tutti a tavola.
Rendete questo momento divertente!
Inoltre, se un genitore è o è stato lui stesso un mangiatore selettivo, fate imboccare il bambino dall'altro coniuge. So che può essere frustrante preparare i cibi e vederli rifiutare, ma accertatevi di non far trasparire la frustrazione. I bambini sono molto sensibili e capiscono. Se loro non mangiano, non cedete e non preparategli qualcosa di nuovo. Piuttosto assicuratevi sempre che il pasto comprenda già qualcosa che il bimbo mangia, insieme ai nuovi alimenti. Oppure, quando sono affamati a merenda, provate un nuovo cibo. Questo è un buon momento per farlo, perché, mentre essi possono saltare uno spuntino, non possono saltare un pasto principale, e non gli va insegnato che, se loro si rifiutano, voi gli darete qualcosa di diverso. In questo modo potranno anche essere un po' più affamati a cena ed essere più motivati a provare qualcosa di nuovo.

Mettere in atto una dieta sana è un passo importante per la salute e la guarigione. Provate ad implementare la dieta aggiungendo gli alimenti nutritivi passo per passo. Puoi farlo tu, e può farlo anche il tuo bambino! Ho visto innumerevoli bambini espandere la propria dieta. Una volta affrontati i problemi di dipendenze alimentari, di consistenza, e di inserimento di nuovi cibi, verrete sorpresi vedendo che cosa possa mangiare il vostro bambino! Visualizzate che possono farcela! Siate creativi. Provate le cose in una consistenza che gradiscono. Assaggiatela voi stessi e assicuratevi che sia buona. Scommetto che sarete piacevolmente sorpresi quando gli vedrete mangiare la sua prima verdura!





Le informazioni qui espresse da Julie Matthews vengono dalla sua esperienza come Consulente Nutrizionale Certificato con i suoi clienti che sono mangiatori selettivi e con i loro genitori. Julie non è uno specialista di alimentazione. Queste informazioni servono ad aiutare i genitori a trovare modi creativi per dare ai propri bambini degli alimenti sani. Queste informazioni non sono destinate a sostituire indicazioni mediche. I genitori di bambini con gravi problemi di alimentazione devono cercare aiuto professionale e medico.


Julie si dedica a migliorare le condizioni di salute delle persone attraverso la nutrizione; è una nutrizionista specializzata in diete.

Ha studiato nutrizione olistica presso il Bauman College: si è diplomata in Holistic Nutrition and Culinary Arts e ha conseguito un Bachelor of Science dalla U.C. Davis in Agricoltura ed Economia Manageriale. Julie è membro della National Association of Nutrition Professionals (NANP), relatore per la campagna Nourishing Our Children , (Weston A. Price Foundation, San Francisco), e tiene una trasmissione radiofonica settimanale , "Reality Sandwich"  su  KPOO a San Francisco.


 


 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle