Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Biomedico arrow Articoli, relazioni e interviste dei nostri medici arrow Patologia gastrointestinale nei disordini dello spettro autistico, di Lenny G. Gonzalez
Stampa E-mail



 


 
Manifestazioni cliniche di una malattia

gastrointestinale in bambini ASD
 
 
della Dr. Lenny G. Gonzalez


In questo documento, tradotto da EmergenzAutismo nell'ambito della collaborazione con The Autism File, la Dr. Lenny Gonzalez riporta la sua esperienza clinica  sui bambini Venezuelani con ASD descrivendo dettagliatamente come molti di loro abbiano sintomi gastrointestinali che potrebbero non essere immediatamente evidenti o potrebbero non essere correlati ai problemi intestinali in modo ovvio. Potrebbe esserci un’infiammazione cronica ovunque dall’esofago fino al retto che può essere riscontrata anche in pazienti asintomatici; la valutazione del tratto gastrointestinale dovrebbe essere quindi una parte essenziale del protocollo di investigazione per l’ASD.

Il  trattamento dei disturbi del tratto grastrointestinale infatti è consistentemente associato al miglioramento delle funzioni cognitive, alla diminuzione di auto-aggressività, ed al miglioramento dell’attenzione, del contatto visuale ed alla diminuzione dei disturbi del sonno. sintomi di quelli che sono dolori intestinali spesso si presentano come inspiegabile irritabilità, comportamenti aggressivi o autolesionistici, disagio, disordini del sonno e altri disturbi comportamentali. Il problema di sintomi fisici, come i dolori addominali, interpretati semplicemente come comportamenti anomali, è particolarmente problematico nei bambini non verbali e che hanno gravi difficoltà espressive.

Secondo le ultime casistiche, tra il 50 e l’80% dei bambini autistici, in particolare quelli con autismo di tipo regressivo, in cui cioè  lo sviluppo normale s'è successivamente interrotto, presentano spesso sintomi gastrici e, se visitati, confermano una malattia intestinale. Questi bambini vengono purtroppo  sistematicamente discriminati in quanto autistici e, seppure lamentino  sintomi gastrointestinali, a volte anche gravi, non vengono curati come sarebbe doveroso in quanto i loro sintomi ricadono nel quadro dell’autismo.

Anche questo lavoro rientra nella campagna che da anni EmergenzAutismo conduce per  sensibilizzare la comunità medica che si occupa di questa patologia perché ricerchi la  coesistenza di una sindrome intestinale e neuropsichiatrica assolutamente correlate tra loro, affrontando così  il problema  in modo più ampio e completo, al fine di eliminare i pregiudizi di approccio e garantire a questi pazienti i trattamenti  medici che, se non vedesse conivolte persone con disturbo dello sviluppo, sarebbero già stati standardizzati da molti anni al fine di migliorare la qualità della vita di questi soggetti e dei  loro familiari. Bisogna infatti creare ed ottimizzare un’organizzazione interdisciplinare tra neuropsichiatria, gastroenterologia e tutti gli altri specialisti, che per molti anni sono stati troppo distanti tra loro, non solo da un punto di vista diagnostico, ma anche terapeutico, al fine di individuare modelli di trattamento specifici e precoci, ma comuni per questa sindrome cerebrale e intestinale.

L’intento di tutti deve essere di considerare sempre la possibile presenza di un problema gastrointestinale e nutrizionale, già troppe volte segnalato da genitori di questi pazienti e troppo spesso non ritenuto reale e pertanto non approfondito da parte dell’ambiente medico.

Buona lettura!


 



di Lenny G. Gonzalez





Lenny González, MD: specialista in gastroenterologia pediatrica e nutrizione ed è membro dello staff di SOVENIA (Venezuelan Society of Autistic Children). La sua attenzione è sulla diagnosi ed il trattamento delle patologie gastrointestinali nei bambini con autismo e con ritardi nello sviluppo. La Dr. Gonzalez visita bambini di tutto il Sud America ed ha operato endoscopie intestinali su più di 956 bambini con autismo. Lei ha collaborato con “Thoughtful House” e col Dr. Andrew Wakefield ad  Austin (Texas),dove ha analizzato gli esami istologici della mucosa gastrointestinale dei pazienti ed ha diagnosticato infezioni e disturbi del sistema immunitario. Lei è attivamente coinvolta nella Conferenza DAN! Inoltre ha presentato i risultati delle sue ricerche nella maggior parte dei paesi Latino Americani. Si dedica all’educazione, ricerca, ed al supporto per le famiglie con bambini che hanno autismo e/o disturbi gastrointestinali.






 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle