Homepage   |    Contatti   |    Sitemap  




Chi siamo Biomedico Neurosviluppo ABA Scuola Newsletter Esperienze Notizie il Nostro Movimento

Homepage arrow Biomedico arrow Studi e articoli scientifici arrow HLA-DR4: un marker genetico di possibile danno da vaccino
Stampa E-mail

HLA-DR4 marker genetico di possibile danno da vaccino





Un potenziale indicatore di suscettibilità al danno da vaccino



Presentiamo un articolo pubblicato su Age of Autism del Dr Scott Laster, Microbiologo e Immunologo che da anni si occupa anche di autismo, sulla scoperta che i valori dell'HLA-DR4, il complesso maggiore di istocompatibilità umana, posanno essere un marker che allerta sulla possibilità di subire un danno da vaccino. Il Dr Laster ipotizza una familiriatà tra autismo e disordini autoimmuni nei genitori, sottolineando come anche i bambini con autismo soffrano spesso di problemi del sistema immunitario, come  infiammazione gastrointestinale cronica e varie allergie. Quello che ci preme denunciare è come queste conoscenze scientifiche nuove e importanti vengano completamente ignorate e vengano disattese le indicazioni che ci danno, ovvero la necessità di uno screening su TUTTI i bambini PRIMA delle vaccinazioni, in modo da NON vaccinarli affatto se hanno le caratteristiche che fanno temere un possibile danno. Questa semplice misura preverrebbe inutili e tragici traumi in centinaia di famiglie.
Il Dr. Scott Laster è laureato in Microbiology presso l'Università del Maine in Orono e ha svolto il dottorato presso l'Università Statale della Florida a Tallahassee. Il suo lavoro di ricerca si è incentrato sull'espressione genetica delle immunoglobuline. Si è specializzato alla Emory University ad Atlanta. La sua ricerca alla Emory si è focalizzata sui macrofagi e sul loro ruolo nella risposta antitumorale. Il Dr. Laster è poi passato alla Facoltà di Microbiologia nel NC State nel 1989 e ha insegnato Immunologia a circa 1000 studenti. Il suo programma di ricerca, sempre pienamente finanziato dall'Università, ha toccato vari argomenti nel campo dell'immunologia e dell'infiammazione. Qui il suo CV completo.


SmartVax , una organizzazione americana impegnata nel diffondere corretta ed equilibrata informazione sui possibili effetti collaterali dei vaccini, si batte anche e soprattutto per sostenere lo studio di nuove ipotesi che possano aiutare a spiegare i meccanismi del danno da vaccino. Una di queste è che l' HLA-DR4 potrebbe essere un possibile marker genetico del rischio di effetti collaterali seriamente avversi in risposta alla vaccinazione.

La conoscenza del sistema immunitario umano è notevolmente aumentata negli ultimi decenni, fornendoci anno dopo anno una maggiore comprensione della complessa natura della risposta immunitaria. Solo negli ultimi 25 anni abbiamo appreso delle diverse risposte immunitarie generate dalle cellule Th1 e Th2 e dei loro differenti ruoli nell'attaccare diversi tipi di agenti patogeni. Le cellule Th17 (e il loro ruolo nelle malattie autoimmuni) non erano neanche menzionate nella letteratura scientifica fino ad appena cinque anni fa, nel 2006, e devono ancora essere pienamente conosciute. Un'altra crescente area di ricerca è lo studio dei sottotipi HLA e il loro possibile ruolo come marker genetici per diverse malattie autoimmuni. HLA sta per Human Leukocyte Antigen, antigene leucocitario umano, ed è il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC) nell'uomo. I geni HLA codificano le proteine degli antigeni della superficie cellulare e ​​possono essere suddivisi in diverse classi. Le molecole di classe I si interessano delle proteine ​​presenti all'interno delle cellule tra cui le proteine ​​virali, mentre le molecole di classe II riferiscono delle proteine ​​presenti al di fuori della cellula ai linfociti T causando una risposta anticorpale se non soppressa da cellule T soppressori.

Viene sempre di più riconosciuta una base genetica mediata dai sottotipi di HLA per le malattie autoimmuni. Sicuramente i geni dell'HLA creano una predisposizione genetica a sviluppare malattie immunitarie, che solitamente richiedo un qualche fattore ambientale scatenante per manifestarsi in uno stato patologico conclamato. Per esempio, la celiachia è stata ampiamente associata con il sottotipo HLA-DQ2, mentre il diabete di tipo I, l’artrite reumatoide e la sclerosi multipla con il sottotipo HLA-DR4, per citarne solo alcuni. Analogamente, numerosi studi pubblicati hanno dimostrato un’associazione fra il sottotipo HLA-DR4 e l’autismo (1,2,3). Dato che i sottotipi di HLA si trasmettono geneticamente, ci si aspetterebbe di trovare una relazione fra autismo e disordini autoimmuni nei genitori. Studi recenti hanno infatti mostrato che è proprio così. Un recente articolo apparso su Pediatrics ha mostrato un’associazione fra autismo infantile e la presenza di artrite reumatoide nella madre. Altri esempi sono posti in evidenza nell’articolo “Nuovi indizi su chi può essere suscettibile all’autismo in seguito danno vaccinale”, che suggerisce che i bambini che hanno in famiglia dei casi di malattie della tiroide o artrite reumatoide hanno 1 probabilità su 7 o su 8 di sviluppare l’autismo (5).

Per molti, questi risultati non sono affatto una sorpresa e si potrebbe arrivare a classificare l'autismo stesso come una malattia autoimmune Anche per chi non giunge a tanto è difficile ignorare le anomalie del sistema immunitario, osservate nei bambini con autismo. Auto-anticorpi contro la proteina basica della mielina sono stati trovati in bambini con autismo, con conseguente possibile danno cerebrale e infiammazione responsabile dei sintomi autistici (6). Un altro studio ha trovato che il 96% dei bambini con autismo che avevano gli anticorpi anti-HSV e anche gli anticorpi anti-encefalo, questi ultimi "direttamente correlati alla gravità di autismo" (7). Inoltre, è stato segnalato che i bambini con autismo hanno numerose difficoltà nel sistema immunitario, come infiammazione gastrointestinale cronica e varie allergie. Ulteriori prove del legame tra autismo e malattie autoimmuni è riassunto in un articolo pubblicato su smartvax.com, dal titolo "L'autismo potrebbe essere una malattia autoimmune?"

Potrebbe essere possibile che la regressione nell'autismo riferita da tantissimi genitori possa essere il risultato di un processo autoimmune scatenato dalla vaccinazione? L'evidenza suggerisce che l'uso di conservanti quali idrossido di alluminio o thimerosal possa fornire due meccanismi per malattie autoimmuni (tra cui forse l'autismo) attivate da una vaccinazione. Uno studio ha mostrato che il vaccino per la malattia di Lyme è in grado di innescare l'artrite nei criceti geneticamente predisposti e che, quando è stato aggiunto al vaccino idrossido di alluminio, il 100% dei criceti ha sviluppato l'artrite (Altri studi hanno dimostrato che lo sviluppo di malattie infiammatorie articolari e artrite reumatoide negli adulti in risposta ai vaccini rispettivamente per l'epatite A e B era correlato al sottotipo HLA dei soggetti(9,10). Dato che l'alluminio funziona come coadiuvante per aumentare l'espressione dell'MHC (11), il complesso maggiore di istocompatibilità, forse non dovrebbe sorprendere che gli individui suscettibili alle malattie autoimmuni, sulla base del sottotipo HLA MHC, potrebbero essere negativamente influenzati dall'uso di idrossido di alluminio nei vaccini. E' stato anche dimostrato che, oltre all'alluminio, anche il thimerosal induce una sindrome autoimmune sistematica in topi transgenici HLA-DR4 (12), ed i topi con una predisposizione genetica per la malattia autoimmune hanno mostrato gravi disturbi comportamentali e neuropatologici. Questi risultati non sono stati osservati in ceppi di topi senza predisposizione autoimmune. Allo stesso modo, l'aumento dei tassi di autismo è stata analoga ad aumenti simili in altre malattie autoimmuni, come l'artrite reumatoide giovanile e il diabete giovanile di tipo I. Queste malattie sono anche influenzate dal sottotipo HLA dei soggetti e, in particolare, dall' HLA-DR4. Il link tra malattie autoimmuni e le vaccinazioni è discusso anche in questo articolo di smartvax.com, "Malattie autoimmuni: il vaccino come un possibile fattore scatenante".

Data la relazione tra malattia autoimmune, sottotipi HLA, autismo, e l'innesco di una malattia autoimmune attraverso la vaccinazione, sembra ragionevole la possibilità di eseguire un accertamento genetico per identificare i bambini a rischio di eventi avversi da vaccinazione. Sappiamo che mentre pubblicamente il CDC continua a difendere la posizione che i vaccini sono sicuri SEMPRE per TUTTI i bambini, invece in segreto esamina proprio questa possibilità. Nel programma scientifico del 2008 dell'Ente per la sicurezza delle vaccinazioni (ISO) ci sono infatti studi del sottotipo HLA che provoca artrite reumatoide dopo la vaccinazione anti epatite B e indagini sull'aumento del rischio di reazioni avverse a causa di una storia familiare di malattie autoimmuni o di malattia atopica (il programma completo si può leggere al link http://www.cdc.gov/vaccinesafety/Activities/agenda.html). Inoltre, l'HLA-DR4, che è stato collegato all'artrite reumatoide dopo la vaccinazione contro l'epatite B, è anche associato ad un bassa risposta a questo vaccino. Ciò crea un rischio invertito a beneficio di questo vaccino in questo sottogruppo. Il sottotipo HLA è stato identificato come fattore chiave per la variabilità nella risposta alla vaccinazione (13).

Dal momento che la ricerca continua ad aumentare le nostre conoscenze sul rapporto tra il sistema immunitario e l'autismo e la nostra comprensione del controllo delle risposte immunitarie e delle malattie autoimmuni, diventa sempre più plausibile lo sviluppo di uno strumento di screening genetico per identificare gli individui suscettibili al danno vaccino. Data la rapida espansione del programma di vaccinazione di routine e la difficoltà di ottenere esenzioni in molti stati, è un imperativo morale fare questa ricerca e identificare questi individui il più presto possibile.



Riferimenti

, Zachary AA, Leffell MS, Newschaffer CJ, Matteson KJ, Tyler JD, Zimmerman AW. HLA-DR4 in families with autism. Pediatr Neurol. 2006 Nov;35(5):303-7.
2. Torres AR, Maciulis A, Stubbs EG, Cutler A, Odell D. The transmission disequilibrium test suggests that HLA-DR4 and DR13 are linked to autism spectrum disorder. Hum Immunol. 2002 Apr;63(4):311-6.
3. Reed P. Warren, Vijendra K. Singh, Phyllis Cole, J. Dennis Odell, Carmen B. Pingree, W. Louise Warren, Charles W. DeWitt and Maxine McCullough. Possible association of the extended MHC haplotype B44-SC30-DR4 with autism. Immunogenetics. Volume 36, Number 4, 203-207.
4. Hjördís Ó. Atladóttir, Marianne G. Pedersen, Cand Scientb, Poul Thorsen, Preben Bo Mortensen, Bent Deleuran, William W. Eaton, BA, Erik T. Parner. Association of Family History of Autoimmune Diseases and Autism Spectrum Disorders. PEDIATRICS Vol. 124 No. 2 August 2009, pp. 687-694.
5. Laster, S. New Clues to Who is Susceptible to Autism Via Vaccine Injury. Age of Autism Dec 20 2008.
6. Singv VK, Lin SX. Abnormal measles-mumps-rubella antibodies and CNS autoimmunity in children with autism, J Biomed Sci, 2002 July-August; 9(4): 359-364.
7. Mora M, Quintero L, Cardenas R, Suárez-Roca H, Zavala M, Montiel N. Invest Clin. Association between HSV-2 infection and serum anti-rat brain antibodies in patients with autism. 2009 Sep;50(3):315-26.
8. Cindy L. Croke, Erik L. Munson, Steven D. Lovrich, John A. Christopherson, Monica C. Remington, Douglas M. England, Steven M. Callister and Ronald F. Schell. Occurrence of Severe Destructive Lyme Arthritis in Hamsters Vaccinated with Outer Surface Protein A and Challenged with Borrelia burgdorferi . Infection and Immunity, February 2000, p. 658-663, Vol. 68, No. 2.
9. Ferrazzi V, Jorgensen C, Sany. Inflammatory joint disease after immunizations. A report of two cases. J Rev Rhum Engl Ed. 1997 Apr;64(4):227-32.
10. Pope J, Stevens A, Howson W, Bell D.A. The development of rheumatoid arthritis after recombinant hepatitis B vaccination. Journal of Rheumatology, 1998, Vol. 25, No. 9, p 1687-1693.
11. Marina Ulanova, Andrej Tarkowski, Mirjana Hahn-Zoric and Lars Å. Hanson. The Common Vaccine Adjuvant Aluminum Hydroxide Up-Regulates Accessory Properties of Human Monocytes via an Interleukin-4-Dependent Mechanism. Infect Immun. 2001 February; 69(2): 1151–1159.
12. Havarinasab S, Lambertsson L, Qvarnström J, Hultman P. Dose-response study of thimerosal-induced murine systemic autoimmunity. Toxicol Appl Pharmacol. 2004 Jan 15;194(2):169-79.
13. Kimman TG, Vandebriel RJ, Hoebee B. Genetic Variation in the Response to Vaccination. Public Health Genomics, 2007, Vol. 10, No. 4.


 
< Prec.   Pros. >
 
Entra nel nostro

FORUM

parla con i genitori
La risposta dei genitori di EA
Autismo, inefficaci gli
interventi dietetici? 



Invia la tua testimonianza!
 
Iscriviti alla NWL di EA


Tutte le principali notizie riguardanti l'autismo, uno strumento informativo potente e prezioso!

Clicca per iscriverti alla nostra Newsletter!

Carlo sempre con noi!



Questo sito è dedicato alla memoria di Carlo Carlone





Iscriviti al nostro feed RSS
 
Creative Commons License Il materiale contenuto in questo portale ha esclusivamente carattere informativo, non deve essere in alcun modo inteso come consiglio medico ed è protetto dalla licenza CC (by-nc-nd). - Design by RT
  • beylikdüzü evden eve nakliyat acıbadem evden eve nakliyat göztepe evden eve nakliyat üsküdar evden eve nakliyat beykoz evden eve nakliyat bahçelievler evden eve nakliyat tuzla evden eve nakliyat beşiktaş nakliyat
  • erotik film izle
  • chip satisi
  • chip satisi
  • erotik film izle