Un altro, puntuale, studio inutile!




di Fromitaly



Come un orologio, da qualche anno, a cadenza ormai costante, viene fuori sui giornali scientifici uno studio decisamente stupido con lo scopo di confutare l'ipotesi che siano i vaccini a causare tutti questi casi di autismo. Recentemente siamo stati martellati fino alla nausea dalla notizia di un nuovo studio inglese di questo tipo:
 
A Comparison of Urinary Mercury between Children with Autism Spectrum Disorders and Control Children
(un paragone del mercurio nelle urine tra bambini nello spettro autistico e un gruppo di controllo).

Lo studio, condotto da uno psicologo infantile, afferma che non ci sono differenze di rilevanza statistica nei livelli di creatinina e nei livelli di mercurio tra i nostri bambini e quelli sani, per cui non viene supportata l'ipotesi di differenze nell'escrezione urinaria del mercurio nei bambini con autismo rispetto agli altri; comunque si ritiene sia necessaria ulteriore ricerca per replicare queste scoperte in un gruppo di bambini più numeroso.

Tutto questo tradotto in parole povere significa più o meno che nei bambini con autismo, mercurio e creatinina sono perfettamente nella norma, i vaccini non causano autismo, non c'entrano, quindi vaccinatevi tutti e zitti!

Come sempre questo genere di articoli, incredibilmente, ottiene uno spazio enorme sulla stampa: non c'è giornale che non ne parli.
Sono oltre dieci anni ormai che mi interesso di autismo e una cosa ho imparato: i membri della comunità medico scientifica sono disposti a mentire, a nascondere i dati e le informazioni pur di negare il fatto che le vaccinazioni sono uno dei principali “fattori ambientali” che causano lo scatenarsi dell'autismo in molti bambini.

Ormai ne sono certa. Per troppo tempo ho creduto all'ignoranza in “buona fede”, ma ormai no, ho smesso di essere tanto stupida: anche un bambino, con un po' di applicazione, capirebbe che non è nelle urine che possiamo trovare una differenza e cercare mercurio nelle urine dei bambini con autismo è una offesa all'intelligenza dei loro genitori e una mancanza di rispetto estrema a queste creature innocenti: l'escrezione urinaria è impercettibile, non supera il 10%. Il mercurio lo troviamo depositato negli organi, non nel sangue, non nelle urine, ma nei tessuti, negli organi. Se foste voi stessi avvelenati dal mercurio nelle urine ne trovereste praticamente un livello pari a zero!

Non mi piace quello che succede nella nostra comunità, non mi piace quello che viene fatto ai nostri bambini. Non mi piace per niente!

L'unica cosa veramente bella e importante è che tanti bambini continuano a migliorare e tanti, tanti, tanti miglioreranno in futuro; per loro e per chi, più sfortunato, quei miglioramenti li rincorre ancora faticosamente ogni giorno occorre stringere i denti e resistere.

Non posso pensare che questi scienziati siano immensamente stupidi come il loro studio, sarebbe impossibile. Chiediamoci allora PERCHE' fanno questi studi, perchè pretendono di trovare mercurio nelle pipì dei nostri bambini! Sono dei cretini? Sono degli idioti? Bhe, io non ci credo più!

Quello che penso è che questi ricercatori invece sappiano BENISSIMO (come perfino tutti noi, "ignorantissimi" genitori!) che quando una persona è avvelenata dal mercurio e non espelle adeguatamente è nel cervello che questo metallo va a depositarsi e non è quindi facile che lasci il corpo in grande quantità. Guardate questo vecchio studio per esempio:

Reduced levels of mercury in first baby haircuts of autistic children
(Livelli di mercurio ridotti nei capelli dei bambini autistici)

Ridotti livelli di mercurio nelle ciocche di capelli dei neonati che poi hanno sviluppato l'autismo, significa che il mercurio è negli organi e non lascia il corpo attraverso capelli ed urine.

LO SANNO BENISSIMO DA ANNI!!!!! SI VERGOGNINO DEL MALE CHE FANNO AI NOSTRI BAMBINI.