Provate a sostituire il nome del dott. Levy con quello di un medico che avete conosciuto...non vi dovrebbe essere difficile!!

Una mamma americana scrive:

TRATTAMENTI ALTERNATIVI ......perche' funzionano

Il dott. Levy sembra essere convinto che i genitori cerchino alternative alla medicina convenzionale occidentale solo perche' il " sistema " e' sovraccarico e e fondamentalmente non funzionante .Condividiamo il fatto che il 2 sistema 2 abbia bisogno di aiuto , ma ci piacerebbe richiamare l'attenzione sul fatto che molti di noi cercano " trattamenti alternativi " perche' questi sono indicati , funzionano e perche' molti medici tradizionali sono di idee ristrette , ignoranti ed arroganti .
Vorremmo invitare il dott. Levy a spiegare perche' , una volta che un bambino e' etichettato ( diagnosticato ) come autistico , i 2 medici tradizionali " ignorano il resto dei suoi problemi di salute . Se un bambino " normale " ha una diagnosi clinica di " Candida albicans " gli viene somministrato un trattamento con agenti antifungali come la Nystatina o il Diflucan . Se lo stesso bambino fosse anche autistico , comunque , questo metodo diventa " non provato " e " potenzialmente nocivo " . PERCHE'? Ci domandiamo quale sarebbe il piano di trattamento del dott. Levy per un bambino diagnosticato con " disturbo celiaco " ; sarebbe una dieta che elimina il consumo di cibi contenenti glutine " non provata " e " potenzialmente nociva " ? Forse quando i test di laboratorio di un bambino mostrano una grave deficienza di vit B6 , non sarebbe presa in considerazione l'ipotesi di somministrarla .
Se un bambino mostra avvelenamento da metalli , la chelazione e' fuori questione ? Ci chiediamo cosa farebbe il dott. Levy con un bambino i cui titoli indicano un sistemico sovraccarico virale .Cosa in presenza di una grave risposta autoimmune alle proteine basiche della mielina .Questi non sono esempi fatti a casaccio , tutte queste condizioni esistono in nostro figlio come pure in molti altri . LA MAGGIORANZA dei bambini con ( cosa che e' impropriamente chiamato " sistema " )autismo regressivo hanno problemi di salute simili , come e' provato dai test di laboratorio .
Inoltre , abbiamo trovato quasi divertente il fatto che vitamine e minerali siano " non provate e potenzialmente nocive " ma farmaci come antidepressivi e antipsicotici non lo siano . Da quando le vitamine e i minerali sono " non provati " ? E con la possibile eccezione di deficienza , che cosa esattamente e' " potenzialmente nocivo " in vitamine e minerali paragonati al violento attacco che il corpo umano deve subire con la prescrizione di farmaci come il Ritalin e il Risperidal?
E' anche utile paragonare l'efficacia dei trattamenti con le classifiche compilate da centinaia di genitori che li hanno usati ( i dati sono disponibili presso l' Autism Research Institute). E' oltre modo importante rilevare che i genitori che cercano aiuto per i loro figli , con ogni mezzo necessario , non lo fanno alla cieca .Con l'aiuto di veramente pochi medici open mind , facciamo fare test diagnostici accurati , valutiamo i risultati e seguiamo un programma che ci indica la via del successo . Questo programma e' continuamente monitorato sia dal medico che dai genitori e seguito attentamente con test di laboratorio . Tutto questo e' fatto a nostre spese perche' il " sistema " non riesce a riconoscere le manchevolezze della medicina " tradizionale " e percio' non aiutera' finanziariamente ( assicurazioni , ecc. ) .Dovremmo essere cosi' coraggiosi da affermare che sono state fatte piu' ricerche da noi , per aiutare nostro figlio , di quelle pubblicate dal dott. Levy e colleghi nel loro " studio " di quello che noi stiamo sbagliando !
Per finire , temiamo che il dott Levy sia caduto nello stesso equivoco della maggioranza di medici " convenzionali " presupponendo che i bambini autistici non abbiano altri problemi medici , che abbiano bisogno di essere risolti . Questo e' il tipo di " ricerca " che sta probabilmente inducendo molti genitori a limitarsi a trattamenti convenzionali per i loro figli invece di cercare ulteriori test medici per determinanare e curare i seri problemi che richiedono necessariamente trattamenti medici . La piu' importante cosa da notare e' che i genitori che cercano " trattamenti alternativi e potenzialmente dannosi " non stanno curando l'autismo ; loro stanno curando i propri figli molto malati che esibiscono autismo come comportamento e sono stati inappropriatamente " etichettati " da molta gente che e' parzialmente responsabile per le loro condizioni con la somministrazione di vaccini contenentoi agenti dannosi come metalli pesanti e antigeni multipli .
Se il loro contributo all'epidemia di autismo passa attraverso l'ingordigia e l'ignoranza , e' ingiustificabile per quelli tra noi che devono vedere i propri figli e le proprie famiglie vivere con le conseguenze di questo ogni giorno . Ringraziamo Dio per i medici estremamente dedicati e intelligenti , senza i quali potremmo contare solo sulla ricerca di genitori ( che da soli ne hanno realizzata a volumi )
Compatiamo il bambino i cui genitori sono restii ad aprire le loro menti e a fornire al bambino ogni possibile trattamento medico necessario e disponibile
Forse se i medici convenzionali rivedessero tutti i dati disponibili e considerassero la possibilita' che il " sistema " potesse aver sbagliato , potremmo tutti cominciare a lavorare insieme per fermare questo orribile mostro che sta divorando i bambini del mondo .
Vogliamo raccomandare al dott. Levy di " studiare " le cause e i potenziali trattamenti per questa orrenda piaga invece di interferire e criticare la gente che si sta dedicando a questo . Ci piacerebbe invitare il dott. Levy e i suoi illustri colleghi a partecipare alla nuova Defeat Autism Now! conference,che si terra' a Washington DC on April 16-18,2004, per aprire gli occhi sul mondo dell'autismo e sulle cure " non provate e potenzialmente dannose ".
Dean e Margaret, genitori di un bambino molto malato che
ha subito danni ed è poi stato abbandonato dal "sistema" , e che poi è stato tirato fuori dal baratro in cui era precipitato dalla medicina "non provata e potenzialmente dannosa"