La mia vita con l’autismo: coinvolgimento degli insegnanti
 
di Stephen Shore
http://www.autism.com/individuals/guidlifeon.htm



 

Diagnosticato a 18 mesi con "sviluppo atipico con forti tratti autistici" e considerato troppo grave per essere trattato al di fuori da una istituzionalizzazione, sta invece ora completando il corso di laurea in Scienze dell'educazione speciale e lavora con bambini autistici. Fa parte del direttivo dell'ASA ed è presidente dell'Associazione Asperger. E’ autore del libro “Beyond the Wall: Personal Experiences with Autism and Asperger Syndrome".
 




 
La bomba autismo e l’asilo
 
Dopo 18 mesi di normale sviluppo, fui colpito dalla “bomba autismo”, diventai non verbale e fui diagnosticato con “sviluppo atipico con forti tendenze autistiche e psicotico", I professionisti che mi fecero questa diagnosi mi considerarono “troppo malato” per essere curato come paziente ambulatoriale e consigliarono venissi messo in istituto. I miei genitori, comunque, rifiutarono i loro suggerimenti , sostituendoli con un programma di intervento precoce seguito in casa .che fu per me decisivo e che si focalizzava principalmente su integrazione sensoriale, musica, movimento, imitazione e racconti – tutto molto tempo prima che questi servizi fossero come oggi concessi ufficialmente.