Una spendida iniziativa della nostra Nur
SIMBA SOCIAL CLUB

 

La nostra lister, dottoressa Nur, ha realizzato un progetto denominato "Simba Social Club" allo scopo di far "socializzare" in ambiente adeguato e controllato, il proprio figlio Yonis assieme ai propri compagni di classe.

Ecco le sue parole che spiegano esattamente di cosa si tratta.


I
l social club sarà un lavoro esclusivamente di gruppo, con 5 compagni di classe di Yonis più il bambino di una nostra lister, per svolgere lavori quali arte, canto/karaoke, lettura, recite, balli di gruppo (abbiamo già studiato sia canzoni, sia balli da eseguire con loro), giochi di gruppo, alcuni esperimenti scientifici semplici, altri giochi che hanno anche scopo didattico; poi ci sarà il momento dei giochi di tipo calcio, bowling etc.
Sono previsti momenti come "esercizi di braingym" e attività di rilassamento e gestione dell'ansia (in questo caso ci sarà un coinvolgimento di un trainer).

Ci saranno  momenti di "pensiero sociale" come presentarsi, raccontare di se stesso, conversazione nel gruppo, dove si creeranno lavori personalizzati, tipo i miei gusti preferiti, i film, animali, colori,  il mio albero geneologico, i miei amici, i miei gusti non preferiti, cosa mi rende felice, triste, entusiasta e per esperimersi in modo libero.

La durata è di 4 ore alla settimana.

Vogliamo rendere il progetto, valido dal punto di vista della serietà e dell'impostazione. In questo modo mio figlio  potrà gradualmente imparare a stare in mezzo ad altri bambini, imparando e, allo stesso tempo, divertendosi con loro, augurandomi che possa così arrivare, un giorno, ad una terapia ABA non-isolata, per stare con gli altri ed imparare quanto non ha ancora appreso usando questa opportunità

 


Per meglio comprendere il tipo di approccio che Nur ha creato per contattare i genitori, questa è la lettera (epurata dei dati inutili allo scopo) che ha spedito ai genitori dei bambini della classe del figlio.


 

Alla Cortese Attenzione Genitori dell’alunno Classe ...

Oggetto: Richiesta partecipazione progetto gioco e socializzazione dopo scuola

La sottoscritta sig.ra F.N, mamma dell’alunno J.A, che frequenta classe ..., vi propone un progetto di gioco e socializzazione. Y ha una diagnosi di disturbo dello sviluppo generalizzato, questa disabilita comporta non soltanto ritardo nel linguaggio, ma anche difficoltà di socializzazione. Il nostro bambino speciale necessita di stare di più con i suoi coetanei in un ambiente divertente, in quanto ciò permette che lui possa apprendere l’abilità di socializzazione e il gioco d’interazione.

Questo progetto, che stiamo organizzando alla ludoteca ..., consiste nell’organizzazione di un piccolo gruppo di gioco dopo scuola composto da cinque bambini, incluso y. Sarebbe preferibile che il gruppo fosse composto da compagni di classe di y. che frequentano la sezione IIb, ma si estende anche alla classe ...

I bambini saranno curati da una nostra educatrice professionale, che avrà compito di divertire tutti i bambini con giochi d’intrattenimento. I bambini dovrebbero frequentare, se fosse possibile, due volte alla settimana lo spazio gioco ludoteca ... L’educatrice sarà accompagnata dalla nostra baby-sitter. Il principale compito dell’educatrice è intrattenere i bambini e farli divertire, ma anche seguire utili attività d’apprendimento.

Durante l’ora di gioco, che sarà dopo 16:30, i bambini eseguiranno diverse attività di gioco, disegni, canti, balli, Karaoke, momenti di lettura e scrittura, e diversi altri intrattenimenti che dovremo con il tempo incrementare.

Quindi chiediamo la disponibilità di 4 compagni di gioco per frequentare la ludoteca, che è gestita dal Comune.

Durante le ore di permanenza alla ludoteca non è necessaria la presenza di genitori, che potranno comunque trattenersi quanto desiderato.

I costi per l’iscrizione alla ludoteca consistono nel bollettino di ... Le giornate saranno il Martedì e il giovedì, a partire da settembre 2009. L’iscrizione si effettua al Comune.

Sicuramente questo momento di socializzazione renderà più ricco il nostro bambino, come altrettanto i vostri bambini. I genitori che sono interessati al progetto di socializzazione possono contattare la mamma di Y a questo numero di telefono: ...

Ringraziamo in anticipo per il vostro contributo.

 



Speriamo che altri genitori seguano il coraggioso esempio di Nur che, con questa iniziativa, non solo aiuterà il figlio a completare il proprio programma ABA, ma permetterà a dei bambini e ai loro genitori, di conoscere da vicino problematiche e realtà "speciali", vedendo con i propri occhi che esiste una diversità nascosta come l'autismo, che potrebbe colpire una qualunque famiglia in un momento qualsiasi della vita, ma anche che da tragedie come queste si può uscire, tutti insieme, lottando uniti.