L'Università di Medicina della Pennsylvania ha condotto in collaborazione con il centro Pfeiffer uno studio dimostrando un legame tra autismo e anormale funzionamento dei vasi sanguigni e livelli danneggiati di stress ossidativo. Queste nuove scoperte aiutano a spiegare la patologia della sindrome autistica, avendo dimostrato che i bambini autistici hanno livelli di sostanze biochimiche che indicano la presenza di vasi sanguigni ristretti e maggiore tendenza ai coaguli. Ricercando sulla relazione tra questo e i livelli difettosi di stress ossidativo gli scienziati sperano di trovare nuove opzioni terapeutiche.

 

Arch Neurol. 2006 Aug;63(8):1161-1164. Links

 

Fenotipo vascolare-alterato nell'autismo:correlazione con lo stress ossidativo
* Yao Y,
* Walsh WJ,
* McGinnis WR,
* Pratico D.

Associazione di autori: "Department of Pharmacology, University of
Pennsylvania, School of Medicine", Philadelphia.


DESCRIZIONE
L'autismo è un disordine neurologico caratterizzato da una comunicatività e da interazioni sociali minorate. Risultati di studi precedenti hanno mostrato evidenza clinica di "reattività piastrinica alterata e flusso sanguigno alterato" in bambini con autismo.


OBIETTIVO
Valutare il fenotipo vascolare in bambini con autismo.


PRINCIPALI MISURAZIONI
Il livello urinario di isoprostano F(2alpha)-VI, Un marker della perossidazione lipidica; 2,3-dinor-thromboxane B(2), i cui livelli riflettono l'attivazione piastrinica; 6-keto-prostaglandin F(1alpha),un marker dell'attivazione dell'endotelio, sono stati misurati attraverso il metodo della spettrometria cromatografia.di massa in soggetti con autismo e su un gruppo di controllo. I bambini sono seguiti dal Pfeiffer Treatment Center.


RISULTATI
I bambini con autismo rispetto al gruppo di controllo, presentano livelli significativamente più alti di: isoprostane F(2alpha)-VI, 2,3-dinor-thromboxane B(2), e 6-keto-prostaglandin F(1alpha). La perossidazione lipidica è direttamente correlata con ambedue i valori di riferimento dei biomarker vascolari.


CONCLUSIONE
Oltre all'aumentato stress ossidativo, l'attivazione dell'endotelio vascolare e piastrinico CONTRIBUISCE ALLO SVILUPPO DELLE MANIFESTAZIONI CLINICHE DELL'AUTISMO.