Temple Gardin

Strategie educative:
insegnare a bambini ed adulti con ASD


http://www.autism.com/edu_teaching_tips.asp


 

Nella mia vita i buoni maestri mi hanno aiutato a raggiungere il successo. Sono stata in grado di superare l'autismo perché ho avuto buoni insegnanti. All'età di 2 anni e mezzo sono stata inserita in una scuola materna strutturata con insegnanti esperti. Fin da piccola mi hanno insegnato ad avere buone maniere e a comportarmi bene a tavola. I bambini con autismo hanno bisogno di avere una giornata strutturata e insegnanti che sanno come essere risoluti, ma gentili.

Tra i 2 e i 5 anni la mia giornata è stata strutturata, e non mi era permesso sgarrare. Ho seguito sedute di logopedia della durata di  45 minuti cinque giorni a settimana, e mia madre assunto una tata che ha passato tre o quattro ore al giorno a giocare con me e mia sorella. Ci ha insegnato a rispettare il nostro turno durante il gioco. Quando facevamo un pupazzo di neve, mi faceva  rotolare la palla della base, e poi mia sorella doveva fare la testa. Durante i pasti mangiavamo insieme e non mi era permesso di autostimolarmi. L'unica momento in cui  mi era permesso di tornare al “comportamento autistico” era durante il periodo di riposo di un'ora dopo pranzo. La combinazione tra scuola materna, logopedia, attività di gioco, e l’educazione ad essere "Miss buone maniere" durante pasti occupava fino  a 40 ore a settimana, e in questo modo  il mio cervello riusciva a rimanere connesso al mondo.

Alcuni consigli su come insegnare ad una persona ASD:

1. Molte persone con autismo sono pensatori per immagini. Io penso attraverso immagini. Non penso attraverso le parole. Tutti i miei pensieri sono come videocassette in esecuzione nella mia immaginazione. Le immagini sono la mia prima lingua, e le parole sono la mia seconda lingua. I sostantivi sono state le parole più facili da imparare, perché ho potuto fare una foto nella mia mente della parola. Per imparare parole come "su" o "giù", l'insegnante dovrebbe dimostrare al bambino. Per esempio, prendere un aereo giocattolo e dire "su" facendo decollare l’aereo da una scrivania. Alcuni bambini imparano meglio se le carte con le parole "su" e "giù" sono attaccate  all'aereo giocattolo. Si attacca la carta "su" quando l'aereo decolla e la scheda di "giù" quando atterra.

2. Evitare lunghe stringhe di istruzioni verbali. Le persone con autismo hanno problemi a ricordare le sequenze. Se il bambino sa leggere, scrivere le istruzioni su un pezzo di carta. Io non riesco a ricordare le sequenze. Se mi chiedete indicazioni su come arrivare ad un distributore posso ricordare tre passaggi. Indicazioni con più di tre passaggi devono essere scritte. Ho anche difficoltà a ricordare i numeri di telefono, perché non posso fare una foto nella mia mente.

3. Molti bambini con autismo sono bravi a disegnare, sono predisposti all'arte e alla programmazione informatica. Queste aree di talento dovrebbero essere incoraggiate. Penso che si debba dare molta più spazio al talento nello  sviluppo del bambino. I talenti possono essere trasformati in competenze che possono essere utilizzate per una futura occupazione.

4. Molti bambini autistici si fissano su un argomento come i treni o le mappe. Il modo migliore per trattare le fissazioni è quello di utilizzarle per motivare il lavoro scolastico. Se al bambino piacciono i treni, utilizzare i treni per insegnare la lettura e la matematica. Leggere un libro su un treno e fare problemi di matematica con i treni. Ad esempio, calcolare quanto tempo ci vuole per un treno per andare da New York e Washington.

5. Utilizzare metodi visivi concreti per insegnare i concetti di numero. I miei genitori mi hanno dato un gioco matematico che mi ha aiutato ad imparare i numeri. Si trattava di una serie di blocchi che hanno una lunghezza diversa e di un colore diverso per i numeri da uno a dieci. (regoli) Con questo ho imparato come aggiungere e sottrarre. Per imparare le frazioni il mio maestro aveva una mela di legno che è stata tagliata in quattro pezzi e una pera di legno che è stata tagliata a metà. Così ho imparato il concetto di quarti e metà.

6. Avevo la peggior calligrafia nella mia classe. Molti bambini autistici hanno problemi con il controllo motorio delle loro mani. Riuscire nella scrittura a volte è molto difficile. Questo può vanificare totalmente gli sforzi  del bambino. Per ridurre la frustrazione ed aiutare il bambino ad apprezzare la scrittura, lasciatelo digitare sul computer. La digitazione è spesso molto più facile.

7. Alcuni bambini autistici imparano a leggere più facilmente con i fonemi, altri imparano a leggere memorizzando parole intere. Io ho appreso con fonetica. Mia madre mi ha insegnato le regole di fonetica e poi mi faceva dire a voce le parole. I bambini con un sacco di ecolalia spesso imparano meglio se le schede e i libri illustrati sono strutturati in modo che le parole siano associate ad immagini. E 'importante avere l'immagine e la parola stampata sullo stesso lato della scheda. Quando si insegnano i sostantivi, il bambino deve sentire la parola e vedere l'immagine  stampata simultaneamente. Un esempio di insegnamento di un verbo è quello di tenere una carta con la parola "saltare" e si dovrebbe saltare su e giù mentre la si pronuncia.

8. Quando ero un bambino, i suoni forti come la campanella della scuola facevano male alle mie orecchie come il trapano del dentista che colpisce un nervo. I bambini con autismo hanno bisogno di essere protetti da rumori che feriscono le loro orecchie. I suoni che causeno più problemi sono le campane della scuola, i cicalini sul tabellone dei punti in palestra, e il suono delle sedie che strisciano sul pavimento. In molti casi il bambino sarà in grado di tollerare il campanello se è leggermente smorzato coprendolo con tessuti o nastro adesivo. Il rumore delle sedie che strisciano può essere messo a tacere mettendo dei tamponcini di feltro o usando un tappeto. Un bambino può temere una certa stanza solo perché ha paura di poteer essere improvvisamente sottoposto agli strilli del microfono. La paura di un suono temuto può causare un cattivo comportamento. Se un bambino si copre le orecchie, è un indicatore del fatto che un certo suono ferisce le sue orecchie. A volte la sensibilità del suono ad un suono particolare, come l'allarme antincendio, possono essere desensibilizzati registrando il suono su un registratore. Questo permetterà al bambino di abituarsi al  suono e aumentare gradualmente il volume. Il bambino deve avere il controllo della riproduzione del suono.

9. Alcune persone autistiche sono infastidite da distrazioni visive e luci fluorescenti. Questo perché sono in grado di  vedere il guizzo di energia elettrica delle luci fluorescentio (cicli di 60 emissioni di luce). Per evitare questo problema, mettete il banco del bambino vicino alla finestra o cercate di evitare l'uso di luci fluorescenti. Se le luci non possono essere eliminate, utilizzare nuove lampadine può risolvere il problema. Lo sfarfallio di luci fluorescenti può essere ridotto anche mettendo una lampada con una lampadina a incandescenza , del tipo più vecchio,  accanto al banco del bambino.

10. Alcuni bambini autistici iperattivi che si agitano per gran parte del tempo possono diventare  più calmi se gli viene dato un giubbotto imbottito da indossare. La pressione del giubbotto aiuta a calmare il sistema nervoso. Io mi sono molto calmata attraverso questo tipo di pressione. Per ottenere i migliori risultati l’indumento deve essere indossato per venti minuti e poi tolto per qualche minuto. Ciò impedisce che il sistema nervoso di adattarsi ad esso.

11. Alcuni individui con autismo risponderanno meglio e migliorano il contatto visivo e vocale se l'insegnante interagisce con loro mentre si dondolano su un'altalena o si arrotolano in un tappeto. Gli input sensoriali determinati dall’oscillazione o dalla pressione a volte aiutano a migliorare il linguaggio. Il dondolio a ritmo dovrebbe sempre essere fatto come un gioco divertente. Non  deve MAI essere forzato.

12. Alcuni bambini e adulti possono cantare più che parlare. Essi possono rispondere meglio se le parole e le frasi sono cantate da loro. Alcuni bambini con estrema sensibilità ai suoni risponderanno meglio se l'insegnante parla sussurrando.

13. Alcuni bambini e adulti non verbali non possono elaborare input visivi e uditivi allo stesso tempo. Si tratta di una modalità mono-canale. Essi non possono vedere e sentire allo stesso tempo. Non dovrebbero essere invitati a guardare e ascoltare nello stesso tempo. Si dovrebbe  somministrare loro un input visivo o un uditivo. Il loro sistema nervoso immaturo non è in grado di elaborare simultaneamente input visivi e uditivi.

14. Nei bambini più grandi non verbali  spesso il loro senso più affidabile è il tatto. Spesso è più facile per loro sentire attraverso il tatto. Le lettere possono essere insegnate facendo loro sentire la forma delle lettere. Possono imparare attraverso il sentire gli oggetti . Ad esempio, quindici minuti prima di pranzo dare alla persona un cucchiaio da tenere. Lasciate che tenga in mano una macchina giocattolo  pochi minuti prima di andare in macchina.

15. Alcuni bambini e adulti con autismo impareranno più facilmente se la tastiera del computer è posizionato vicina allo schermo. Questo permette all'individuo di vedere contemporaneamente la tastiera e lo schermo. Alcuni individui hanno difficoltà a ricordare se devono guardare dopo aver colpito un tasto sulla tastiera.

16.Per i  bambini e gli adulti non verbali sarà più facile associare le parole con le immagini se vedono la parola stampata e una foto su una scheda. Alcuni individui non riescono a vedere la scritta sotto l’immagine, per cui si consiglia di lavorare con oggetti reali e foto. L'immagine e la parola devono essere sullo stesso lato della scheda.

17. Alcuni individui autistici non sanno che la parola è utilizzata per la comunicazione. L'apprendimento del linguaggio può essere facilitato se gli esercizi promuovono la comunicazione. Se il bambino chiede una tazza, poi gli si da la tazza. Se il bambino chiede un piatto, quando invece vorrebbe una tazza, dategli il piatto. L'individuo deve imparare che quando dice le parole questo ha conseguenze concrete. E 'più facile per un individuo con autismo imparare che la parola è sbagliata se la parola non corretta comporta il ricevere  l'oggetto errato.

18. Molte persone con autismo hanno difficoltà nell'utilizzo di un mouse del computer. Provate con  un roller ball (palla o tracking) un dispositivo di puntamento che ha un pulsante separato per cliccare. Autistici con problemi di controllo motorio trovano molto difficile tenere il mouse mentre cliccano.

19. I bambini che hanno difficoltà a comprendere il linguaggio hanno difficoltà a distinguere tra i suoni consonantici duri come 'D' della parola DOG e 'L' di LOG. Il mio maestro mi ha aiutato ad imparare ad ascoltare questi suoni allungando e  scandendo questi duri suoni consonantici. Anche se il bambino può avere superato un test dell'udito , per recepire il tono puro può ancora avere difficoltà a sentire, come nel caso delle  consonanti dure. I bambini che parlano in suoni vocalici non sentono le consonanti.

 20. Diversi genitori mi hanno informato che i sottotitoli in televisione hanno aiutato il loro bambino ad imparare a leggere. Il bambino era in grado di leggere le didascalie associandole alla parola parlata. Registrando il programma preferito e aggiungendo le didascalie su un nastro è molto utile perché si può fermare il nastro e ripeterlo.

21. Alcuni individui autistici non capiscono che il mouse del computer muove la freccia sullo schermo. Essi possono imparare più facilmente se una freccia di carta che sembra esattamente la freccia sullo schermo è attaccata al mouse.

22. Bambini e adulti con problemi di elaborazione visiva possono vedere uno sfarfallio sui monitor della TV e del computer. A volte possono vedere meglio su laptop e monitor a schermo piatto, che hanno meno sfarfallio.

23. Bambini e adulti che hanno paura delle scale mobili hanno spesso problemi di elaborazione visiva. Essi temono la scala mobile perché non possono determinare quando salire o scendere. Questi individui possono anche non essere in grado di tollerare le luci fluorescenti. Le lenti colorate Irlen possono essere utili per loro.

24. Gli individui con problemi di elaborazione visiva spesso trovano più facile leggere se la stampa in nero viene stampata su carta colorata per ridurre il contrasto. Provare con il marrone chiaro, il celestino, il grigio o verde chiaro. Provate  con colori diversi. Evitare il giallo brillante - che può ferire gli occhi del soggetto ( e scatenare crisi epilettiche). Le lenti colorate Irlen possono rendere la lettura più facile. (per maggiore informazioni consultare sito web dell'Istituto Irlen's.)

25. Insegnare la generalizzazione è spesso un problema per i bambini con autismo. Insegnare a un bambino a generalizzare il principio di non correre dall'altra parte della strada, deve essere insegnato in molti luoghi diversi. Se gli viene insegnato in un solo luogo, il bambino penserà che la regola vale solo per un luogo specifico.

 26. Un problema comune è che un bambino potrebbe essere in grado di usare il gabinetto correttamente a casa, ma si rifiuta di usarlo a scuola. Ciò può essere dovuto a un mancato riconoscimento della toilette. Hilde de Clereq dal Belgio ha scoperto che un bambino autistico può usare un piccolo dettaglio non rilevante per riconoscere un oggetto come una toilette. Ci vuole un attento lavoro investigativo di osservazione per scoprire tale dettaglio. In un caso ad esempio un ragazzo usava il bagno a casa solo perché aveva una seduta nera. I suoi genitori e insegnanti sono stati in grado di fargli usare il bagno a scuola, coprendo il suo sedile bianco con nastro nero. Il nastro è stato poi gradualmente rimosso e anche i servizi igienici con i sedili bianchi venivano riconosciuti come servizi igienici.

27. Eseguire sequenze è molto difficile per le persone con autismo grave. A volte non capiscono quando un compito si presenta con  una serie di passaggi. Spesso le sequenze devono essere insegnate attraverso il tatto piuttosto che mostrare solo visivamente la sequenza. Indossare scarpe può essere insegnato in modo simile. L'insegnante deve mettere le mani sulla parte superiore delle mani del bambino e muovere le mani del bambino sul suo piede così si sente e capisce la forma del suo piede. Il passo successivo è sentire l’interno e l'esterno di una scarpa. Per mettere la scarpa, l'insegnante guida le mani del bambino alla scarpa e, utilizzando il metodo di mano-su-mano, la indossare la scarpa. Questo permette al bambino di sentire l'intero compito di “mettere la scarpa”.
 
28. Avere fissazioni con il mangiare è un problema comune. In alcuni casi il bambino può essere fissato su un dettaglio che identifica un determinato alimento. Hilde de Clerq ha scoperto che un bambino mangiava solo banane Chiquita perché si era fissato sull’etichetta. Altri frutti come mele e arance sono state prontamente accettate quando le etichette Chiquita sono state applicate su questi frutti nuovi. Provate a mettere cibi diversi, ma simili nella scatola di cereali o di un altro cibo preferito.


Temple Gardin - Dicembre 2002